Torri di Arcugnano, 28 Giugno 2015. Il salotto noturalistico dei colli Berici vicentini accoglie non senza polemiche la terza prova del trofeo e il motoclub Grifo, nonstante il pieno appoggio del sindaco di Arcugnano, si trova costretto a tagliare alcuni tratti di off-road, causa polemiche nei comuni limitrofi. Come al solito il colpo d’occhio del parco chiuso pieno di moto al sabato sera trasmette una certa emozione, questa volta poi siamo pure nella accogliente e intima piazza centrale del paese, che per due giorni si tinge di arancione. Dopo le tante raccomandazioni di prudenza e rispetto dei limiti nei tratti abitati partiamo tutti aspettandoci un noioso percorso di raccordo tra le due belle speciali, ma ancora una volta imparo a non dare mai nulla per scontato nelle gare del trofeo! È vero, l’asfalto è un po’ tanto, ma i tratti di fuoristrada si fanno dare del lei. Girando intorno al lago di Fimon abbiamo trovato tanto sottobosco con fondo fatto di pietre a volte anche impegnative, come quelle di un torrente secco da percorrere in discesa ad andatura “trialistica”. Caldo tanto, ma per fortuna polvere poca! Selettive e particolari anche le due speciali, con quella di enduro che alterna parti di bosco molto contorte a veloci fettucciati su prato e quella di cross preparata su un campo piatto di erba, il cui fondo scivoloso della mattina si è trasformato in un fantastico terreno nei giri successivi. Come al solito le mie velleità agonistiche sono poche e cerco soprattutto di godermi guida e percorso, oltre a fare gruppo con gli altri 2 piloti che partono allo stesso mio orario e con cui mi trovo sempre a scambiare pareri ad ogni controllo orario o a confrontare i tempi al termine di ogni speciale. Questa volta sono con Stefano Paradisi, giovane promettente ventenne della provincia di Como e con più “maturo” Andrea Zocca, che come me arriva da Bologna. Mi sto pure abituando a buscarle regolarmente dal mio collega-amico-avversario Andrea Perfetti di Moto.it e mi tocca tirare fuori la scusa di avere 10 anni in più… ora ci aspetta la pausa estiva per poi ritrovarci a per la tappa alpina di Salice d’Ulzio il 6 di settembre. Non vedo l’ora di provare i percorsi alpini!!! Andrea Toumaniantz Le classifiche vedono Pier Giuseppe Agostini dominare l’assoluta su Paolo Enrico Benetti e Mario Zanetti. Amatori: Andrea Morotti, Alex Putton, Giorgio Consolandi E1 2T: Simone Trapletti, Jonathan Pirola, Marco Gaffuri E1 4T: Luca Ghislandi, Daniele Bonato, Daniele Rebellato E2: Fabio Milani, Patrick Marchesi, Alessandro de Vecchi E3: Simone Bichicchi, Michele dal Pezzo, Mattia Bonatto Super: Fabrizio Milesi, Paolo Maria Sala, Federeico Contenti Iron: Pier Giuseppe Agostini, paolo Enrico Benetti, Mario Zanetti