Leon Camier si prepara a concludere un 2019 da cancellare con un nuovo intervento chirurgico subito addirittura la vigilia di Natale. Il britannico, che l’anno prossimo correrà con la Ducati del Team Barni, ha dovuto infatti sottoporsi ad un’operazione per l’infortunio alla spalla sinistra rimediato durante i test di Aragon il 14 novembre, alla sua prima uscita con la Ducati della sua nuova squadra.

E’ la seconda operazione quest’anno per Camier, che ha già dovuto saltare gran parte della stagione del mondiale per via di un infortunio – sempre alla spalla sinistra – subito a maggio.

L’intervento si è svolto martedì 24 dicembre e la notizia è stata divulgata adesso, insieme all’informazione che tutto si è svolto nel migliore dei modi. Durante l'operazione, eseguita a Barcellona dal professor Fernando Santana, sono stati ripristinati due muscoli lacerati e la spalla è stata stabilizzata.

IN TEMPO PER LA PRIMA GARA - Inizialmente l’intervento non sembrava necessario: dopo un primo esame all’ospedale di Alcaniz, infatti, Camier era stato dimesso solo con l’indicazione di rimanere a riposo. Un mese dopo, invece, una nuova visita medica ha rivelato che per garantire un recupero completo e più rapido la soluzione più saggia era proprio quella dell’operazione.

Il portacolori del Team Barni è già stato dimesso dall'ospedale e ha iniziato la sua riabilitazione. L’obiettivo, però, è quello di essere pronto per la prima gara del mondiale Superbike, il 29 di febbraio sul circuito di Phillip Island. Di certo, quindi, sarà costretto a saltare i test di gennaio in programma sulle piste di Jerez e Portimao. Non è di sicuro il miglior modo per iniziare la stagione, considerando che il britannico non ha mai corso in sella ad una Ducati. Il primo weekend di gare, infatti, sarà anche il suo primo banco di prova. Ma siamo certi che le motivazioni non gli mancheranno, anzi.