Il circuito South Milano di Ottobiano, che ospita anche il mondiale di Motocross e dove lo scorso febbraio si è disputato il secondo round degli Internazionali d’Italia di Motocross, è stato posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza. La notizia arriva dal sito InformatoreVigevanese.it, che fornisce i primi dettagli.

Secondo le informazioni del portale di news locali, uno dei proprietari della struttura si troverebbe in stato di fermo, ad effetto della perquisizione che la Guardia di Finanza di Vigevano ha effettuato ieri mattina presso il circuito South Milano di Ottobiano.

I finanzieri avrebbero ipotizzato illeciti ambientali, dopo il ritrovamento di detriti interrati, pneumatici e olii esausti. Nel corso delle operazioni sarebbe stato acquisita anche documentazione contabile per valutare eventuali reati di ordine economico-finanziario.

Secondo quanto riportato dal quotidiano online IlGiorno.it, sarebbero stati notificati dalle Fiamme Gialle dieci avvisi di garanzia. L'indagine è in corso.

Sulla pagina social dell’impianto è apparsa la comunicazione della chiusura “per manutenzione causa imprevisto”, con relative scuse alla clientela.

Il circuito


Il complesso di Ottobiano è nato nel 1999 con l’apertura del tracciato in asfalto, la Pista South Milano, in grado di ospitare gare di kart a livello nazionale ed internazionale. La maggior parte dei piloti attualmente al vertice nel motorsport è passata da Ottobiano, e altri campioni sono scesi in pista per allenarsi anche in tempi recenti. L'apertura della sezione sterrata, da 300 metri, ha permesso di accogliere Supermoto. Nel 2000 è arrivata per la prima volta la disputa dei campionati italiani, ma la struttura ha ospitato anche il Campionato Europeo (per la prima volta nel 2004) e mondiale.  

Anche in offroad


Lo sviluppo della parte motocross ha preso il via all’inizio del 2010. Il tracciato nazionale, aperto nel 2012, ha avuto subito successo grazie al percorso divertente di 1,5 km, la superficie sabbiosa e i servizi di livello. Lo step successivo ha preso forma nel 2014, con il layout Internazionale di 1,8 km, con la tribuna in terra battuta. Queste caratteristiche hanno portato all'accordo per l'organizzazione del mondiale motocross dal 2017, con la partecipazione di oltre 20.000 spettatori nei weekend di gara.

GP a Jerez a porte chiuse: “scelta unanime e ben ponderata”