Il Campionato americano AMA Supercross sembra aver trovato il suo calendario definitivo. Dopo una prima bozza, sono uscite quelle che dovrebbero essere tutte le tappe definitivi della stagione 2021. Come per il 2020 il covid-19 continua ad essere insidioso, ma al momento i turni ufficializzati sono 17, con alcune città che sono cambiate rispetto alla prima bozza proprio a causa della pandemia.

Gare non solo nei weekend


L'inizio della stagione 2021 è fissato per il 16 gennaio all'NRG Stadium di Houston. La stessa location vedrà i piloti impegnati anche nelle due tappe successive con le gare che si svolgeranno non solo nel weekend ma anche nei giorni infrasettimanali.

Il secondo appuntamento è infatti fissato per martedì 19 gennaio, mentre la terza tappa sarà quella del 23.
A seguire, i piloti delle ruote tassellate si sposteranno ad Indianapolis: il Lucas Oil Stadium sarà tappa delle gare del 30 gennaio e poi del 2 e 6 febbraio.

MXGP: Cairoli mette in palio una sua moto

Orlando come new entry


Per il settimo e ottavo appuntamento della stagione, invece, ci sarà il primo cambiamento in programma: se inizialmente le gare del 13 e 20 febbraio avrebbero dovuto svolgersi a Glendale in Arizona, sono state spostate ad Orlando (Camping World) a causa delle restrizioni legate al covid-19.

Resta invece invariata la gara del 6 marzo a Daytona, come unica tappa al Daytona International Speedway.
Insieme a questa, non hanno subìto modifiche neppure le tre gare ad Arlington previste per il 13, 16 e 20 marzo.

Sanremo assegna i titoli del tricolore Enduro Major

17 le gare ufficializzate


Infine, se Salt Lake City resterà tappa del gran finale con le gare che si svolgeranno il 24 aprile e 1 maggio, ad entrare ufficialmente in calendario sono stati i tre nuovi appuntamenti di Atlanta. L'Atlanta Motor Speedway ospiterà i “pazzi” piloti dell'AMA Supercross nelle giornate del 10, 13 e 17 aprile.

In tutto, quindi, il calendario vedrà 17 gare, con la speranza che possano essere rispettate tutte.

Dakar: nessuno prende il posto di Goncalves