Una volta ancora, Francesco Cecchini stupisce. Dopo il terzo posto colto nel round di apertura a Terenzano, disputato a soli 27 giorni dalla frattura del trochite e dunque in condizioni fisiche precarie, ecco arrivata la prima vittoria, nella seconda delle due gare disputate durante il weekend nel tracciato di Boves.

E dire che la due giorni di gare del romagnolo era partita in maniera tutt’altro che positiva, con un ulteriore acciacco al ginocchio patito durante le qualifiche del sabato a rendere tutto più difficile. Nonostante questo nella corsa disputata poche ore dopo “Cecco” è riuscito a cogliere la seconda piazza, alle spalle del vincitore Emanuele Marzotto, preparandosi poi a salire in cattedra.

Domenica da incorniciare


Nella giornata di domenica infatti è andata in scena la la terza prova del campionato, disputata su un tracciato leggermente diverso da quello del giorno precedente, che ha avuto in Cecchini l’assoluto protagonista. In sella alla sua Husqvarna il sei volte Campione del Mondo è riuscito sin da subito a prendere la testa, per poi non lasciarla sino alla bandiera a scacchi.

Una prova di forza senza mezzi termini, che ha portato in dote anche la prima piazza in campionato. Dopo tre prove infatti Cecchini comanda la classifica generale, con 16 punti di vantaggio sul terzetto formato da Corradetti, Borgiotti e Marzotto. Messe in archivio queste tre gare in rapida successione, il Campionato Italiano Flat Track è pronto a prendersi una pausa di due mesi, per poi riprendere da Agognate sabato 10 e domenica 11 luglio con la disputa di gara 4 e gara 5.

Presentata la Dakar 2022: tanta sabbia e un occhio al futuro