Il settimo sigillo della Hell’s Gate, gara di Enduro estremo, porta i colori inglesi. A vincere la sfida di apertura dell'Xtreme Enduro Championship è stato infatti Dougie Lampkin, dietro di lui Graham Jarvis (nella foto sotto), poi il nulla. Proprio così: è la prima volta che arrivano solo due piloti in cima al micidiale Hell's Peak.

In una gara così estrema, tutti avrebbero probabilmente puntato sullo specialista Taddy Blazusiak (nella foto in alto), ma il forte pilota polacco della KTM, vincitore dello Stage 1 del mattino, si è arreso al primo giro della fase del pomeriggio, dopo che una caduta ha procurato danni non risolvibili alla sua moto.

Prima di lui, fin dai primi giri della fase selettiva del mattino, avevano abbandonato due alfieri italiani del peso di Alessandro Botturi e Mario Rinaldi, il primo fermato anch'egli da una caduta e l'altro non in giornata. Poi si è ritirato Paul Bolton, e molti altri hanno dato forfat durante le quattro tornate mattutine, tanto che all'arrivo della fase selettiva se ne contavano quarantasei su centotre partiti.

Classifica Stage 1
1.Taddy Blazusiak, Poland, KTN, 34.02:70
2. Graham Jarvis, Sherco, 34.30:22;
3. Andreas Lettenbichler, 34.41.15;
4. Dougie Lampkin, Beta, 36.19.70;
5. Cory Graffunder (Husqvarna) 36.40:89

Risultati Main Event (Stage 2)
1. Dougie Lampkin (Beta) 4 laps;
2. Graham Jarvis (Sherco) 4 laps