LOVERE - Davanti ad almeno ventimila appassionatissimi spettatori, l’italo-francese Antoine Meo (Husqvarna 250 4T) nella E1, il tre volte iridato finlandese Mika Ahola (HM-Honda 450 4T) nella E2 ed il francese Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T) nella E3, si sono imposti nelle rispettive classi al termine della prima giornata di sabato del GP d’Italia 41° Valli Bergamasche, valido come terza prova del Campionato Mondiale Enduro. In una gara a dir poco straordinaria per la grande partecipazione di pubblico è purtroppo mancata la ciliegina sulla torta per i colori italiani con i piloti azzurri giù dal podio in tutte le classi.

Thomas Oldrati (KTM 250 2T) nella E2 e Simone Albergoni (KTM 300 2T) nella E3 sono terminati entrambi in quarta posizione. Maurizio Micheluz (TM 250 4T) nella E1 e Alessandro Botturi (Husaberg) nella E3 hanno chiuso quinti, mentre Oscar Balletti (HM- Honda 450 4T) è finito sesto. Nella EJ quinta posizione anche per il giovane Edoardo D’Ambrosio (Husaberg 450 4T). Nella classe 125 2T riservata ai piloti “Under 21”, seconda posizione invece per il sedicenne Giacomo Redondi (KTM), terza per Jonathan Manzi (KTM) e quarta per Nicolas Pellegrinelli (Yamaha).

Colpo di scena nella E1 caratterizzata dal ritiro per un malore dovuto probabilmente al caldo per il francese Johnny Aubert (KTM 250 4T), mentre il nostro Fabio Mossini (HM-honda 250 4T) non ha neppure preso il via dopo essersi infortunato alla schiena venerdì mentre provava la moto per la gara.

Dario Agrati

Guarda le foto