L'ignoranza non ha limiti perché il cippo in granito in memoria di Mika Ahola posizionato in un bosco del Friuli da un gruppo di amici dell'indimenticato cinque volte campione mondiale di enduro finlandese che aveva fatto dell'Italia la sua seconda patria, è stato purtroppo incresciosamente distrutto ed oltraggiato da qualche teppista. La reazione dei piloti locali sul luogo del barbaro episodio è stata immediata, con il Moto Club Motovecieveloci che ha subito posto una nuova targa in ricordo di Ahola mandando una chiaro messaggio perché questi fatti non si ripetano più.

Dario Agrati