A Castellarano, in provincia di Reggio Emilia, è tutto pronto per accogliere l’ultima tappa del MiniEnduro. Due prove speciali, sviluppate nei pressi dell’Agriturismo San Valentino, sede operativa della manifestazione, sono pronte ad ospitare le sfide dei  piccoli campioni Under14 nell’ultimo, decisivo, atto che assegnerà i nuovi titoli tricolore. Un Enduro Test, tracciato tra prato in contropendenza e sottobosco, e un Cross Test caratterizzato da un continuo sali e scendi, impegneranno i "cuccioli" dell’Enduro nazionale sabato 18 luglio e domenica 19 luglio. Oltre ai titoli italiani, in palio in questa tappa il Trofeo Angelo Iotti, in ricordo del presidente del Motoclub Crostolo, organizzatore dell’evento, scomparso nel gennaio 2013. A Castellarano vivo sarà il ricordo di Davide Zanuto, scomparso a soli 16 anni la scorsa domenica durante una prova di Campionato Triveneto Motocross (leggi qui). Davide per diversi anni si è cimentato nel tricolore MiniEnduro indossando la maglia del Motoclub Gaerne, prima di dedicarsi completamente al Cross. Tutti i piloti, gli amici, gli avversari e gli addetti ai lavori ricorderanno Davide in questo fine settimana di sport e passione. Dando uno sguardo al campionato, nell’Aspiranti 85 guida la generale con 70 punti Lorenzo Corti (nella foto), seguito da Filippo Colarusso a 65 punti che però non sarà presente a Castellarano per la frattura del femore che lo ha costretto a sottoporsi a un intervento chirurgico lo scorso 9 luglio. In terza posizione, Davide Costantini con 60 punti conquistati nelle precedenti quattro prove. Nell’Aspiranti 50 in sella alla sua gialla Suzuki Valenti al comando troviamo Manolo Morettini con 77 punti, contro i 69 di Leonardo Ravizzola, mentre il terzo posto è occupato da Francesco Giusti. Settantasette punti anche per Gabriele Pasinetti, leader della Esordienti. Pasinetti precede nell’ordine Daniele Delbono e Denny Bastianon, che condivido il terzo gradino del podio con Luca Ruffini poiché entrambi si trovano attualmente a 58 punti. La Baby sarà l’unica classe, salvo colpi di scena, che potrebbe conoscere il suo campione italiano con una giornata di anticipo; grazie a quattro vittorie su quattro prove disputate in prima posizione con 80 punti c’è Simone Cagnoni seguito da Simone Mauri, secondo con 57 punti. Terza posizione per Luca Piersigilli con 50 pt. Tra le squadre di Club, gradino più alto del podio per il Bergamo, che precede il Motoclub Parini e il Motoclub Gaerne.