Il prossimo settembre come 40 anni fa? Vedremo, anticipando che le premesse ci sono tutte: la “nazionale” tricolore di enduro "vintage" è pronta, come dimostrato dalla foto di copertina.

Sono proprio loro, i protagonisti del 1980, stagione nella quale gli specialisti del fuoristrada italiano vinsero la difficile ed importante Sei Giorni tenutasi in Francia, in un successo sancito dalla conquista del Trofeo, vittoria preceduta dall’impresa 1979 in Germania e nel tris ottenuto sull’Isola d’Elba nel 1981.

La presentazione delle squadre Maglia Azzurra è stata tenuta ieri a Salice Terme, in provincia di Pavia. Nel giardino dell’hotel Stazione, in collaborazione con il Moto Club Valle Staffora, i quattro team che rappresenteranno il Bel Paese dal 22 al 27 settembre 2020 nella rievocazione di Brioude vedono nomi storici della specialità, comandati dal Commissario Tecnico Franco Bartocci, con il Direttore Sportivo Pierluigi Rottigni che coadiuverà il lavoro di una compagine di colleghi ma, soprattutto, amici.

Lo spirito della giornata era molto piacevole. Oltre alla conferenza stampa - assistita dai sindaci di Godiasco e Rivanazzano e Cecima - Fabio Riva, Marco Poggi e Andrea Milanesi - e dagli organizzatori Fabio Fasola e Adriano Micozzi - istruttori e piloti di alto lignaggio che vedremo in Francia - che hanno condiviso anche il momento più divertente: l’allenamento tenutosi nella grande ex area militare all’aperto di 45000 metri quadri, in uno spazio gestito dal Comune di Rivanazzano, in cui ci sono lunghi fettucciati.

 Gli esperti ed ancora in forma corridori azzurri che parteciperanno alla rievocazione francese saranno suddivisi a squadre. nel Trofeo: Gualtiero Brissoni, Fabio Fasola, Angelo Signorelli. Nel Vaso d’Argento: Cesare Bernardi, Walter Bettoni, Pier Franco Muraglia. Italia A: Maurizio Cecconi, Giovanni Pieroni, Dario Salvi. Italia B:
Luca Benedetti, Roberto Gaiardoni, Adriano Micozzi. A completare lo staff della formazione più numerosa tra tutte le nazionali iscritte, ci saranno i cronometristi Romano Bernasconi e Giancarlo Reseghetti.

 Evidente la soddisfazione provata da Francesco Mazzoleni, Responsabile Regolarità del Comitato Moto d’Epoca: “La nostra nazionale parteciperà portando in Francia divertimento e spirito di passione. A Brioude regneranno passione e sano agonismo”.

 A completamento di una domenica trascorsa all’insegna dell’amicizia e dell’amore per il motociclismo, è arrivata la condivisione del pranzo, nel fresco dell’hotel Stazione. Dividere il pane, brindare alla salute e chiacchierare con piloti che hanno fatto la storia della ruota tassellata si è rivelato bello e, allo stesso tempo, educativo ed istruttivo.

Sidecar e quad pronti alla partenza cross 2020