160 chilometri di percorso per 123 piloti ai blocchi di partenza: questi i numeri della sesta prova del Campionato italiano Motorally che si è svolta domenica 26 ottobre a Gemmano.

Tra i protagonisti, la figura indiscussa di Jacopo Cerutti (team Solarys) che è salito nuovamente in cattedra.

Cerutti dominatore dell'Assoluta


Cerutti, nella categoria Assoluta, ha firmato il miglior crono di giornata davanti al compagno di squadra Maurizio Gerini e Andrea Rocchi (Beta Dirt Racing). Andrea Mancini (Beta Dirt Racing) è rimasto fuori dal podio dell’assoluta ma ha conquistato il gradino più alto nella classe 600, mentre in quinta posizione si è piazzato Matteo Bresolin, portacolori CF Racing. Luigi Martelozzo, Omar Chiatti, Filippo Tullio, Leonardo Tonelli e Roberto Rossini hanno completato la top ten di giornata.

Le altre classi


Nella classe 125 Filippo Pietri (Africa Dream Racing) ha conquistato il gradino più alto del podio, mentre per le quote rosa è stata Sara Lenzi (Beta Dirt Racing) ad avere la meglio davanti a Raffaella Cabini (RS Moto) e Amanda Pirani.

Nella classe B-250 si è imposto Omar Chiatti mentre la classe 300 è rimasta di proprietà di Andrea Rocchi. Il pilota del Beta Dirt Racing ha chiuso davanti a Filippo Tullio e Roberto Rossini. Per quanto riguarda la classe 450, invece, Jacopo Cerutti, Maurizio Gerini e Matteo Bresolin sono saliti, nell'ordine, sui tre gradini del podio mentre nella categoria 600 ha dominato Andrea Mancini. La classe Marathon ha visto al vertice Giovanni Gritti, quella G-1000 Nicolò Pietribiasi e la classe Sport Andrea Zambelli.

Enduro: i campioni italiani Under 23 e Senior

Calesini e Salucci campioni nella classe Veteran e Ultraveteran


Infine, ecco i risultati delle ultime classi: nella Veteran e Ultraveteran a laurearsi campioni sono stati Sandro Calesini e Domenico Salucci. Il trofeo under 23 è andato invece a Leonardo Tonelli, mentre tra i Moto Club si è distinto il Fast Team.

Il Covid-19 non fa sconti: Prado positivo, niente Lommel per Jorge