Dal 6 all’8 dicembre, in Sardegna, si terrà il Rally Sandalion e tra i tanti iscritti troveremo un volto noto della MotoGP: Danilo Petrucci. Vincitore quest’anno del Gran Premio di Francia, a Le Mans, il ternano si metterà alla prova con la KTM 450 enduro in un appuntamento che è valido come 7^ e 8^ prova del Campionato Italiano Motorally e come 2^ prova del Campionato Italiano Raid TT.

Motoweek, Petrucci: "Nel 2019 Ducati sempre competitiva, quest'anno..."

Un appuntamento "insolito"


Smessi i panni del pilota Ducati, il ternano è pronto per vestire quelli del team Tech 3 dove sarà alla guida della RC16 e anche in questo fuori programma, durante la pausa invernale della MotoGP, guiderà una moto austriaca.

Dopo le prove tecniche e amministrative del 5 dicembre, inizierà questa nuova sfida all’insegna dell’off road per “Petrux” che si terrà in 17 comuni e prevederà un totale di 670 km, con sei settori selettivi. Organizzata dal Moto Club Insolita Sardegna saranno oltre 100 i piloti al via, tra cui il pluricampione Alessandro Botturi (qui il suo ultimo successo) e il cinque volte campione italiano Motorally, nonché dakariano, Jacopo Cerutti. Due nomi importanti con cui non sarà facile confrontarsi per Danilo, che avrà l'opportunità di mettere in mostra le sue abilità nell'off road.

GP Portogallo, Petrucci: "Il 2021 sarà per me un lascia o raddoppia"