Dopo Triumph, anche Ducati e Mv Agusta pensano a moto da cross ed enduro

Dopo Triumph, anche Ducati e Mv Agusta pensano a moto da cross ed enduro

Dopo la Triumph, che ha ingaggiato due campioni del calibro di Ricky Carmichael e Ivan Cervantes, anche Ducati e MV Agusta avrebbero già varato un programma per realizzare moto da Cross e Enduro professionali

Dario Agrati

23 dicembre

Dopo la notizia dell'estate confermata da Triumph Motorcycles di aver dato vita a un progetto specifico per produrre moto da Enduro destinate all'uso agonistico da commercializzare dal 2023, sembrerebbe più che sicuro che anche Ducati e MV Agusta avrebbero già varato un piano di lavoro biennale finalizzato alla produzione di moto da Cross e Enduro.

Del resto, l'insegnamento del Gruppo Pierer Mobility AG con i propri brand di moto per il fuoristrada KTM, Husqvarna Motorcycles e GASGAS, ha fatto da esempio in un settore premium in cui piloti, semplici appassionati ed utenti del fuoristrada, al massimo ogni due/tre anni rinnovano il proprio parco moto, andando ad alimentare anche un mercato dell'usato che non conosce crisi con numeri valutati di circa 7.000 veicoli all'anno.

Basta poi vedere i numeri ufficiali dell'immatricolato al 30 novembre 2021 delle moto destinate all'enduro che vedono un totale di ben 5.010 veicoli targati da inizio 2021 così suddivisi: KTM 1.434 moto; Beta 1.082, Husqvarna 787, GASGAS 491, MotoBike 403 (specializzata nell'immatricolazione Euro 5 delle varie marche di 125 2T), Sherco 285, Honda 208, TM Racing 184, Vent 76, Fantic Motorcycles 42, Yamaha e Kawasaki 9.

Triumph con Cervantes e Carmichael


Triumph per lo sviluppo delle proprie moto da enduro e cross ha ingaggiato due campioni del calibro del cinque volte iridato di Enduro Ivan Cervantes, mentre per il cross ha puntato sull'asso del SuperCross Usa, Ricky Carmichael.

Da quando Ivan Cervantes quattro anni fa si è ritirato dalle gare di enduro è stato subito ingaggiato dalla Federazione Spagnola (RFME) con il programma di seguire i giovani piloti spagnoli per il Mondiale EnduroGP e Sei Giorni.

Cervantes, in una intervista rilasciata al sito inglese enduro21, ha dichiarato di essere stato chiamato da Triumph per sapere se aveva ancora qualche tipo di contratto con KTM, ma non avendo nessun tipo di accordo ormai da due anni, gli è stato chiesto se voleva andare alla Triumph a Hinckley in Inghilterra, per testare il modello Tiger.

"Quando sono arrivato in fabbrica, mi hanno mostrato una Tiger e abbiamo scattato alcune foto, ma poi mi hanno portato in un ufficio dove ho siglato un contratto riservato. Successivamente c'è stata una presentazione dove sono apparse delle foto di moto adventures, ma sullo schermo è apparso: nuovo progetto Enduro e moto da cross - ha raccontato Ivan -. Passata la sorpresa, hanno continuato dicendomi che volevano contare su di me per il loro progetto, perché mi consideravano uno dei migliori piloti da Enduro. La cosa mi ha inorgoglito e nei discorsi mi è stato detto che la loro moto sarà completamente nuova, con motore e telaio 100% Triumph. Quando mi hanno comunicato che anche Carmichael era coinvolto nel progetto ho capito che l'impegno di Triumph era davvero serio. Ovviamente, la produzione di moto MX ed Enduro seguirà un concetto molto simile a quello di altri marchi che hanno modelli differenziati per entrambe le discipline. Posso solo dirvi che stiamo lavorando duramente su tutto questo. Ci vorrà ancora un po' di tempo per realizzarlo, e le notizie sono buone, ma il pubblico dovrà avere un po' di pazienza prima che escano queste nuove Triumph".

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi