GP Italia: il Campionato Mondiale WTPGlobal FIM EnduroGP arriva a Carpineti

GP Italia: il Campionato Mondiale WTPGlobal FIM EnduroGP arriva a Carpineti

Dopo sei settimane di pausa, il Mondiale EnduroGP arriva in Italia questo weekend a Carpineti (RE) per il GP d’Italia organizzato dal Moto Club Crostolo che nel 2020, ancora in emergenza Covid-19, curò al meglio a inizio luglio la prima prova degli Assoluti d'Italia

8 giorni fa

Forte di oltre 45 anni di esperienza l'MC Crostolo ha preparato il Gran Premio d'Italia EnduroGP allestendo il paddock su di un'area di 12000 metri quadrati, con attiguo spazio espositivo di 1000 metri riservato a brand moto, accessori e prodotti locali.

Nella foto sotto il Team Honda-RedMoto Racing

Sono stati organizzati parcheggi con bus navetta in Località Cigarello per raggiungere le varie prove speciali. Venerdì 24 giugno dalle 18.00 alle 20.00 si disputerà il SuperTest Prologo su tracciato di 1000 mt. in località S. Donnino.

Nella foto sotto Wil Ruprecht

Sabato e domenica, partenza alle ore 9.00 con percorso di 55 km da ripetersi sempre tre volte, comprendente nell'ordine 4 speciali; Extreme Test di 1.5 km in località S. Caterina-Fola su terreno naturale, Cross Test di circa 4/5 km. in località Poiago su prato, successivamente i piloti raggiungeranno il paddock per il CO1, ripartendo per il SuperTest e a seguire Enduro Test di 9.5 km in località Pantano su terreno di pietre e compattato con fine giro al paddock per il CO2. La durata totale giornaliera della gara sarà di circa ore 7h30' con 12 speciali.

Nella foto sotto Hamish MacDonald

Se i primi due GP del Mondiale WTPGlobal FIM EnduroGP hanno confermato Andrea Verona protagonista assoluto della E1 e candidato a ribaltare anche le possibili gerarchie della Classifica Assoluta EnduroGP, dall’altra ha rilanciato l’australiano Wil Ruprecht e lo spagnolo Josep Garcia tra i pretendenti al titolo della E2 e EnduroGP in un Mondiale divenuto un po' a eliminazione per gli infortunati di spicco.

Nella foto sotto Josep Garcia

Sfortuna, fatalità o campanello d'allarme per la sicurezza dei piloti? La lista dei protagonisti acciaccati o fuori dai giochi è purtroppo lunga. MacDonald tenterà l'impossibile a Carpineti nonostante i problemi ai legamenti del ginocchio destro infortunato in Portogallo. Holcombe rientrerà alle gare dopo l’assenza forzata in Portogallo per le cadute del GP di Spagna.

Nella foto sotto Brad Freeman

Macoritto si dovrà operare a breve ai legamenti del ginocchio sinistro già operato nel 2019. Freeman non potrà essere al meglio per la frattura alla mano sinistra del Portogallo. Espinasse alla Trèfle Lozérien si è fratturato nuovamente la spalla sinistra. Assenza di rilievo con leadership della E3 e mondiale purtroppo sfumato per Guarneri. Il pilota della Fantic dovrà infatti stare fermo almeno due mesi causa il violento trauma cranico e la frattura alla vertebra C7 subita tre settimane fa agli Assoluti.

Nella foto sotto Matteo Cavallo

Nella E1 il pronostico è tutto italiano con sfida a cinque tra Verona, Oldrati, Cavallo, Bernardini, Soreca anche se sarà da seguire il debutto in questa classe di Daniel Milner con la Fantic XE 250 4T in ottica Sei Giorni con l’Australia.

Nella foto sotto Alex Salvini

Nella E2 occhi puntati sull’infortunato MacDonald nel confronto tra Ruprecht e Garcia, mentre Salvini e Watson puntano al podio. Freeman in E3 potrebbe correre in difesa puntando alla top five per guadagnare punti importanti visto che la settimana dopo Carpineti si correrà subito in Portogallo, lasciando spazio a Pavoni e al rientrante Betriu.

Nella foto sotto Zach Pichon

La Junior vede favorito Zach Pichon nel confronto con i vari Kytonen, Fargier, Etchells e i nostri Morettini, Lesiardo, Rinaldi, Spanu. Nella Youth, Cristino con due vittorie alla sua portata ridurrebbe il distacco in classifica da Edmondson e Puhkainen.

Nella foto sotto Kevin Cristino

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi