Calgary - L’australiano Robbie Maddison ha vinto il round canadese dei Red Bull X-Fighters. Allo Stampede Park, il ventottenne ha dovuto portare saltare sempre al limite per guadagnarsi la vittoria. Il giapponese Eigo Sato è stato battuto nel finale, mentre lo svizzero Mat Rebeaud si è dovuto accontentare del terzo posto.

Non posso crederci, è la realizzazione di un sogno.  Alla fine il lavoro duro ha pagato. L'intera giornata è stata pazzesca. Fin dalla partenza ho avuto la sensazione di avere chance per la vittoria, e dopo aver superato Nate Adams ho capito che stava andando tutto per il verso giusto” ha dichiarato raggiante l'australiano. Adams si è giocato il tutto per tutto e ha cercato di vincere sfoderando un 360 (un giro completo a mezz'aria). Ma non è bastato, e Maddison ha prevalso con una prestazione generale superiore.

Jeff Fehr, l'eroe locale, si è piazzato al nono posto. Il favorito dal pubblico è arrivato all'arena indossando una maglia dei Calgary Flames (squadra di hockey). Dion Phaneuf, superstar della NHL e giudice dello show, ha personalmente presentato Fehr indossando anche lui una maglia della stessa squadra. “Quella è stata un'incredibile iniezione di adrenalina. Ho fatto tutto ciò che ho potuto davanti al pubblico di casa. Il terreno era incredibilmente duro, e sono veramente contento del risultato”.

E' stata una prestazione deludente, invece, quella di Levi Sherwood, conosciuto anche come “Rubber kid”, alla sua seconda partecipazione stagionale ad una tappa internazionale dell'FMX. A soli 17 anni, il vincitore di Città del Messico ha dovuto accontentarsi di un settimo posto. La quattro tempi del promettente giovane è stata sicuramente uno svantaggio su questo stretto percorso, rispetto alle più scattanti due tempi degli avversari. Nella classifica generale troviamo Eigo Sato (JAP/160 p.ti) al primo posto seguito da Sherwood (NZL/130 p.ti) e al terzo posto Mat Rebeaud (SUI/130 p.ti).