Agli infortuni pre-season USA di Millsaps, Canard, Musquin, Bogle e Savatgy (cui si aggiunge quello di Tomac alla prima del Supercross) è arrivata la ‘risposta’ da questa parte dell’oceano, segnando un momento difficile per alcuni top-rider del motocross mondiale. E precisamente per il secondo, terzo e quarto in classifica finale del Mondiale MX1 2013, tutti e tre belgi e per l’iridato MX2, olandese. Il vice-Cairoli in MX1, Clement Desalle, si era infortunato alla spalla sinistra nell’ultima manche del Motocross delle Nazioni in Germania, coinvolto in una caduta al via. Purtroppo per Desalle, che si è sottoposto ad intervento chirurgico, la spalla è la stessa infortunata più volte e necessita di tempo per tornare a posto. Ci sarà al via del Mondiale ma forse non al 100%. Il terzo in classifica 2013 (e vincitore del Nazioni con la squadra belga, iniseme a Desalle e VanHorebeek), Ken De Dycker, si è infortunato il 21 Dicembre, con fratture multiple al polso sinistro. De Dycker proprio in questi giorni ha effettuato la visita di controllo dallo specialista belga Toon Claes. La riabilitazione procede bene ed è passato ad un gesso leggero, ma è presto per capire se potrà rientrare per la prima prova iridata (1 Marzo in Qatar). Il  7 Gennaio si è invece fatto male il quarto della classifica finale del Mondiale MX1 2014, Kevin Strijbos, anche lui belga e anche lui sulla pista di Lommel, con un incidente dalla dinamica praticamente identica a quella che ha procurato l’infortunio di De Dycker, cioè trovandosi dopo un salto ad atterrare sulla moto di un altro pilota, appena caduto. Negli allenamenti purtroppo non ci sono sbandieratori sui salti ed evidentemente, su piste con molti praticanti, il rischio si fa preoccupante. A Strijbos è andata anche bene: si sospettava frattura dell’anca, invece si è evidenziata una leggera lesione al bacino che dovrebbe saldarsi in quattro settimane. Stop di quattro settimane anche per il leader indiscusso della MX2, il due volte iridato Jeffrey Herlings, che da un po’ negli allenamenti continuava a sentire dolore ad una gamba. Il solito Dr. Claes gli ha riscontrato una piccola lesione tibiale. Stefano Taglioni