Nel femminile, vittoria per la due volte iridata Chiara Fontanesi (Yamaha Racing), che ha replicato il successo colto anche alla prima edizione del GP del Trentino lo scorso anno. Ma non è stata una gara facile. Già nella prima manche, disputata ieri pomeriggio, la parmense aveva misurato le avversarie e dopo essere rimasta invischiata nel gruppo in partenza, si era dovuta accontentare del terzo gradino del podio, mentre la vittoria era andata all'australiana Meghan Rutledge (Kawasaki) davanti alla francese Livia Lancelot (Kawasaki). La Rutledge, leader del mondiale dopo aver conquistato anche le due gare d'apertura in Qatar, oggi ha fatto di tutto per mettere a segno la doppietta. A intralciarle i sogni di gloria, il pressing convinto della Fontanesi, che ha siglato un ottimo start e si è piazzata subito alle spalle dell'australiana: le due hanno girato con un ritmo forsennato, staccando il gruppo delle inseguitrici, capitanate dall'irlandese Natalie Kane. All'ottavo giro, mentre la Fontanesi provava l'attacco per andare in testa, la Rutledge è incappata in una caduta, servendo su un piatto d'argento la vittoria alla campionessa in carica. A due giri dalla fine, Steffi Laier (KTM) è riuscita a sorpassare la Kane, agguantando il terzo gradino del podio. Ottimo il piazzamento di Francesca Nocera su Suzuki, che ha chiuso quarta, mentre la Rutledge è riuscita a ripartire è giunta in diciottesima posizione, guadagnando due punti che potrebbero rivelarsi utili in ottica campionato. «Sono molto contenta di aver vinto il Gran Premio di casa - ha dichiarato Chiara Fontanesi -. Sapevo che mettendo sotto pressione la Rutledge l'avrei indotta in errore. Dopo la gara non esaltante del Qatar (sesta in gara1 e quarta in gara2, ndr) ci tenevo a tornare davanti per dimostrare di essere ancora veloce. Ora il mondiale si è riaperto e guardo con fiducia alla prossima tappa». Il mondiale femminile, che si articola in sei round, salterà il GP di Bulgaria e tornerà in scena il 4 maggio accompagnando MXGP e MX2 nel GP d'Olanda, a Valkenswaard.