Già lo scorso anno il Campionato del Mondo di Motocross era sbarcato nel sud est asiatico, ma aveva fatto tappa pa Si Racha. In Thailandia, sul tracciato di Nakhonchaisri ad un centinaio di chilometri da Bangkok, su un percorso che ricorda lo stile supercross, Villopoto e la sua Kawasaki sono partiti  in testa e si sono involati verso la  prima vittoria stagionale nella gara di qualifica; Tony Cairoli invece è incappato in una caduta alla prima curva ma è riuscito a rimontare per terminare ottavo, alle spalle di Philippaerts. Insomma, dopo la prestazione sottotono in Qatar,  Ryan Villopoto sembra essersi ritrovato: ha dominato le qualifiche con semplicità. «Dopo il Qatar abbiamo lavorato due giorni pieni sulla moto facendo molti cambiamenti - ha commentato Villopoto - specie per quanto riguarda il bilanciamento delle sospensioni. Alla partenza Cairoli ha avuto uno spunto migliore ma alla fine del rettilineo mi sono ritrovato davanti nonostante la pressione di Tommy Searle, ho retto il ritmo controllando Clement Desalle che mi era dietro ma con un discreto distacco". Villopoto ha ammess di essere stato favorito dalle caratteristiche del percorso. "Ha tanti salti, e questo potrebbe essere il weekend che mi vede in effetti favorito, ed effettivamente sto tenendo duro per essere meglio dei miei avversari almeno sui circuiti dove so di poter fare la differenza anche se oggi forse non hanno voluto sprecare energie a causa del troppo caldo", ha detto.

Alle sue spalle, ma atrentatrè secondi di ritardo, si è piazzato Clement Desalle.

Oltre 4” secondi a giro inflitti s Gautier Paulin terzo, a 6” da Desalle.

Fuori dal podio ha concluso Max Nagl, dominatore del Qatar, che ha preceduto de Dycker, Rattray, Philippaerts, Cairoli, Frossard e Searle.

In MX2 Jeffrey Herlings ha continuato la sua striscia vincente, conquistando la vittoria nella manche di qualifica con 15” di vantaggio su Pauls Jonass, secondo. Alle loro spalle Tim Gajser, classificato davanti a Dylan Ferrandis e Jordi Tixier. Qui gli orari delle gare di domani.

Fiammetta La Guidara

Dopo la brutta serata qatariota, Ryan Villopoto sembra essere di colpo rinato ed è tornato a fare ciò che sa fare meglio. Non è una gara di National Motocross, ma lo statunitense ha dominato la corsa in maniera netta come se si trattasse della cosa più semplice al mondo.

Villopoto ha fatto terra bruciata dietro di sè. Il distacco inflitto al secondo classificato è davvero preoccupante: trentatrè sono stati i secondi di ritardo accumulati da Clement Desalle.

Il passo del pilota Kawasaki è parso insostenibile sin dalle prove libere, e quando è stato il momento di concretizzare non ha fallito. Il suo ritmo è stato mediamente di due secondi al giro più veloce di quello del belga.

Se invece andiamo a confrontarlo con quello degli altri la cosa inizia a farsi imbarazzante, con un gap di oltre 4” inflitti sul miglior giro a Gautier Paulin terzo, staccato di 6” da Desalle.

Fuori dal podio ha concluso Max Nagl, dominatore dello scorso appuntamento; dietro di lui si sono piazzati nell’ordine de Dycker, Rattray, Philippaerts, Cairoli, Frossard e Searle.

Per il nostro uomo di punta non è stata una gran bella prestazione: ottavo staccato di 1’08”.

È vero che la manche di qualifica non è la gara, ma se domani i valori in campo dovessero rispettare quanto visto oggi potrebbero essere dolori per tutti, Cairoli compreso.

Nella MX2 Jeffrey Herlings ha come al solito fatto il suo dovere, che corrisponde a vincere umiliando gli avversari.

da poco terminata la gara di qualifica in Tailandia, sul tracciato di Nakhonchaisri, il clima, con il 98% di umidità, non è certo dalla parte dei piloti al via. Questa volta è filato tutto bene per il campione Supercross Ryan Villopoto: lo scorso fine settimana a Losail, in Qatar, non era riuscito a dare il meglio, ma qui in Tailandia è tutta un'altra storia. L'americano con la tabella numero 2 è in pole position, rifilando ben 34 secondi a Clement Desalle, secondo, mentre terzo è Gautier Paulin. Tony Cairoli, che in Qatar era stato il più veloce nelle qualifiche, è solo ottavo ma ha già traquillizato i suoi fans spiegando che la gara è domani e ha capito dove ha sbagliato oggi.
Nella MX2 il poleman è Jeffrey Herlings, sedici secondi più veloce del suo compagno di squadra, il giovanissimo Pauls Jonass. Terzo Tim Gajser del team Honda Gariboldi e, quarto, Dylan Ferrandis, al momento in seconda posizione in campionato. Con la gara di qualifica della classe MXGP e MX2 si è corsa anche gara 1 della categoria femminile, la WMX, vinta da Kiara Fontanesi, dietro di lei, l'attuale leader in campionato, Livia Lancelot, terza l'australiana Meghan Rutledge. Domani la seconda gara della classe femminile, che deciderà il podio finale. Diretta tv domenica 8 marzo su Mediaset Italia 2, canale 35 del digitale terrestre, di gara1 della MXGP alle ore 7 e di gara2 della MX2 alle 9 su Italia2, a seguire, alle 10 live gara 2 della MXGP.
- See more at: http://www.insella.it/news/mxgp-2015-tailandia-risultato-prove-primo-villopoto-cairoli-ottavo-orari-diretta-tv#sthash.YJccNqUw.dpuf