In Argentina, a dare sostegno morale al suo amico Ryan Villopoto impegnato nel mondiale MXGP, c’era anche Casey Stoner. L’ex campione della MotoGP e l’ex campione del Supercross AMA passato al Mondiale cross, sono amici di lunga data. E a questo proposito, qualche tempo fa, Stoner si era sbilanciato parecchio a favore di Villopoto e contro Cairoli (leggi QUI). In Argentina, Stoner ha rilasciato un’intervista all’inviato di Motosprint Stefano Taglioni (pubblicata sul numero 13 di MS). Eccone uno stralcio. «È la prima volta per me in MXGP, mentre ho visto diverse volte il Supercoss USA. Secondo me Ryan Villopoto è quello che ci voleva per questo campionato, lui non fa calcoli e corre solo per vincere, in qualifica o in gara. Mi piace moltissimo il suo modo di interpretare le corse che si avvicina anche al mio. Capisco anche la sua scelta di staccare con il Supercross USA, che è molto stressante come ritmi, si corre ogni sabato e c’è molta pressione». Come andrà per Ryan. È vero che hai detto che vincerà il mondiale? «Per Ryan quest’anno non sarà facile perché è venuto in Europa, ha dovuto cambiare tutto, stare lontano da casa, e deve abituarsi ad ogni cosa, anche nuovi settaggi della moto e quant’altro. In USA è tutto differente. Per il campionato Ryan deve essere anche molto regolare, questo è importante e decisivo per il risultato finale. I piloti guidano molto in modo conservativo, Ryan spinge sempre, per questo mi piace. È il più bello da vedere e il più veloce. Non so chi vincerà il mondiale… non ho detto mai che Villopoto vincerà il campionato, ma lo seguo da quando correva con la 250, per me è il numero uno al mondo. Penso ci saranno altri piloti a battersi per il titolo con lui, ma di sicuro non vedrai nessun altro correre come lui. Questa è la mia opinione». Quest’anno ci sarà il tuo ritorno alle gare, alla 24 Ore di Suzuka. Non è possibile che tu possa poi pensare di rientrare in un campionato come la Superbike o la MotoGP? «Credo di no. Non sono interessato a correre un campionato». Non è che la presenza di Stoner abbia portato granché fortuna aVillopoto: l'americano ha concluso entrambe le gare al quarto posto (leggi QUI).