La novità da Talavera de la Reina , in Spagna, per la sesta prova del Mondiale Motocross, è quasi una bomba: Cairoli corre col 450! Dopo un buon inizio di stagione Cairoli è incappato in una caduta in gara uno nell’ultimo GP, Valkenswaard, ed è in ritardo di trenta punti dall’attuale leader di campionato, il tedesco Nagl. Tony, aldilà della sfortunata caduta a Valkenswaard, non dev’essere soddisfatto del suo inizio di stagione e per andare al contrattacco ha scelto di passare alle 'armi pesanti', il potente 450 di KTM. Cairoli ha vinto gli ultimi cinque titoli iridati, di fila, con la fida KTM 350, una moto che lui stesso ha sviluppato e migliorato negli anni. Questa decisione di passare al 450 è sorprendente, soprattutto a stagione iniziata e solo dopo un paio di allenamenti svolti in settimana, con pure i postumi di una lesione al palmo della mano sinistra. Il week-end si fa ancor più interessante, per capire come si comporterà Tony, anche se non è la prima volta che corre al Mondiale con il KTM 450: era già già successo a Lierop, ultimo GP del 2013, con il siciliano con già in tasca il titolo iridato. Nella prima manche fu costretto al ritiro per la rottura di un cuscinetto alla ruota posteriore e nella seconda manche vinse con ben 53 secondi di vantaggio sul secondo (Strijbos). L'anno scorso a Talavera doppietta di Desalle (Suzuki), attualmente secondo in classifica a cinque punti da Nagl (Husqvarna) e con venticinque punti di vantaggio sul terzo, Cairoli. Stefano Taglioni Nella foto: Cairoli a Lierop nel 2013 alla sua prima (e finora unica) apparizione col KTM 450.