E’ Romain Febvre a fare gli onori di casa e vincere la gara di qualifica, nell’ottava prova del mondiale motocross sulla pista di Villars sous Ecot, nella Francia Orientale. Il francese del team di Michele Rinaldi, dopo aver vinto una settimana fa la sua prima manche iridata (seconda manche di Matterley Basin), ha conquistato la sua prima pole e sembra intenzionato a stappare lo champagne per la sua prima vittoria di GP, da rookie, in MXGP. Dovrà molto probabilmente vedersela col connazionale Gautier Paulin, che si è dimostrato velocissimo in tutta la giornata di sabato e nella qualifica dopo un’ottima rimonta ha concluso in seconda posizione. Terzo il suo compagno di squadra (HRC Honda) Bobryshev, quarto Van Horebeek, quinto De Dycker e solo ottavo Cairoli, che a metà manche, mentre era quarto, ha dovuto vistosamente rallentare per stringere il tappo del radiatore, colpito da una sassata. Ha anche riportato una leggera ustione al braccio destro. Tredicesima posizione per Lupino e quattordicesima per Philippaerts. Nella MX2 non sorprende più la pole dello svizzero Guillod, che stavolta se ne è andato sin dal via. Secondo Tixier, terzo Gajser. Ancora un errore per Herlings, caduto in rimonta, e poi costretto al ritiro a pochi metri dalla bandiera a scacchi per un problema alla moto. Caduta e ritiro per Monticelli mentre era nella top-ten e ventottesimo Bernardini con la TM. Si è corsa gara uno del quarto round del mondiale femminile: vittoria della francese Lancelot che proprio sul traguardo riusciva a superare la nostra Fontanesi che era stata in testa dal via. Quarta la Nocera. C’è molta angoscia nel paddock per l’incredibile incidente avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì dove tre componenti del team Honda HRC, tre italiani, sono rimasti gravemente intossicati nel sonno dal monossido di carbonio fuoriuscito da una piccola rottura dello scarico del generatore. I tre sono tuttora in ospedale in coma farmacologico e in prognosi riservata. Stefano Taglioni