Questo weekend il Mondiale di Motocross approda sul rinnovato circuito di Mantova per il suo 15° round stagionale. E' un mondiale di Motocross davvero insolito quello che stiamo vivendo. Tanti infortuni hanno tolto dalla lotta per il titolo i protagonisti più attesi. All'inizio della stagione tutti si aspettavamo un campionato incentrato sulla sfida tra il nostro pluricampione del mondo Tony Cairoli e l'astro americano Ryan Villopoto, invece lo scontro ravvicinato è durato solo per poche tappe. Ma le assenze 'illustri' dal cancelletto di partenza non ci stanno privando dello spettacolo. Sono emersi nomi nuovi, come quello di Romain Febvre, che sta lavorando molto bene con il team italianissimo di Michele Rinaldi e che a Mantova punterà a fare bene per mantenere il vantaggio in classifica. Ma attenzione anche al ritorno di Max Nagl: l'ex leader di campionato ha ottenuto il via libera dal medico per tornare in sella e prima di Ferragosto era già andato a Olmen per i primi allenamenti. E' vero che manca da cinque gare, ma è altrettanto vero che nella prima parte della stagione è salito per cinque volte sul gradino più alto del podio. «Ci tenevo molto a rientrare a Mantova, ha dichiarato il bavarese, questa è una pista speciale per me, posso dire che la mia carriera ad alto livello è iniziata qui. Ieri dopo un test qui in Germania ho avuto l’ok medico per correre. Sarò in pista per fare bella figura e chiudere al meglio questa stagione che avevo iniziato col passo giusto». Da tenere d'occhio anche il britannico Shaun Simpson, che viene da una doppietta sulla pista di Lommel e che sicuramente si troverà a suo agio sul fondo, pure sabbioso, di Mantova, così come Gautier Paulin, che su un'altra pista 'soffice' come Valkenswaard ha messo a segno due vittorie. In MX2 invece i favoriti potrebbero essere Max Anstie, che viene da due vittorie a Lommel e Pauls Jonass, attuale leader della classifica iridata, ma anche Jordi Tixier, il campione del mondo in carica che finora quest'anno non ha mai vinto, ma che proprio a Mantova ha sbancato durante lo Starcross lo scorso febbraio, in una gara caratterizzata dalla pioggia. Insomma, il GP della Lombardia Città di Mantova è apertissimo, perché si tratta di una pista nuova per tutti: il tracciato, infatti, è stato modificato, quindi sarà davvero un GP a sorpresa da non perdere, anche perché le tribune consentono di abbracciare con lo sguardo praticamente tutto il percorso. I piloti al via sono 74 , 35 della MXGP e 39 della MX2. 21 le nazioni rappresentate, 7 le Case motociclistiche presenti in forma ufficiale. Qui gli orari per seguire il Mondiale Cross di Mantova in TV. Fiammetta La Guidara