Questo weekend - dal 13 al 14 febbraio - appuntamento sulla pista di Ottobiano per il terzo e ultimo round degli Internazionali d'Italia di Motocross. I piloti più attesi sono sicuramente i principali contendenti al titolo Elite e quindi coloro che hanno infiammato le precedenti prove e che si sono promessi battaglia subito dopo il podio di Lamezia Terme. Ma, inutile negarlo, l'attesa maggiore è per il pilota che non ha potuto prendere parte alle prime due prove a causa di un infortunio: Tony Cairoli (leggi qui). Il siciliano otto volte campione del mondo si è allenato molto sulla pista pavese, e sembra fisicamente pronto ai rischi della competizione. Atteso ad una prestazione convincente, potrà essere l’ago della bilancia per la lotta al titolo. Il russo Evgeny Bobryshev (HRC), vincitore ad Alghero e detentore della tabella rossa, subito il più veloce fin dalle prime prove in Sardegna, ha lasciato qualche punto per alcune distrazioni. Il belga Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha MXGP), sempre sul podio e vincitore a Lamezia terme, si è dimostrato consistente e fisicamente al top. Per entrambi sarà una lotta all’ultimo sorpasso, ma dovranno guardarsi le spalle dal combattivo tedesco, Max Nagl (Rockstar Energy Husqvarna Factory): seppur attardato in classifica, può ancora inserirsi nella lotta al vertice, se consideriamo lo scarto della gara col peggior risultato. Tra le 450, lo svizzero Valentin Guillod (Kemea Yamaha Racing) dovrà difendere il quarto posto nell’Elite dagli attacchi degli inseguitori: l’olandese Glenn Coldenhoff (RedBull KTM Factory), gli italiani David Philippaerts (DP19 Yamaha Racing) ed Alessandro Lupino (Honda RedMoto) o l’estone Tannel Leok (KTM). Alla ricerca della grande prestazione dopo una prolungata fase di allenamento, ci sarà il francese Christophe Charlier (Rockstar Energy Husqvarna Factory). Torneranno anche i grandi assenti di Round#2, in primis il campione del mondo MX2 Tim Gajser (Honda Gariboldi) vorrà ripetere le buone sensazioni di Alghero sulla 450, senza dimenticare lo spagnolo Butron (KTM Marchetti), l’irlandese Graeme (Buildbase Honda) e del portoghese Rui Goncalves con il team Massignani Husqvarna 8biano NewHolland. In termini di pubblico è atteso quello delle grandi occasioni alla Pista South Milan, per un parterre di piloti da record in termini di qualità e quantità. Più di 150 iscritti in rappresentanza di 27 diverse nazionalità, con alcuni dei migliori piloti di fama mondiale. A mettere in difficoltà il leader della classifica MX2 Cervellin (Honda Martin Technology) saranno in molti e tutti da mondiale. Intanto si dovrà guardare dai collega italiano Bernardini (TM FMI Racing), in crescendo e in lotta anche nella classifica Elite. Nella 125 il francese Rubini (KTM Silver Action) dovrà difendere la sua ipoteca sulla tabella oro dagli attacchi del danese Haruup (Rockstar Energy Husqvarna Factory), dell’olandese Van de Moosdjik (Yamaha DP19) e dell’italiano Lugana (TM FMI Racing). Sarà possibile rivedere in TV la gara di Alghero,  Round#1 degli Internazionali d’Italia Motocross: l’appuntamento è per oggi pomeriggio giovedì 11 febbraio alle ore 17,30 su Raisport 1.