E' stato un inizio di stagione da sogno per la stagione per il campione del mondo 2015 MX2 che, invece di restare  nella classe MX2 per difendere il  titolo, ha deciso di fare il grande passo e correre nella classe regina, la MXGP. Mentre molti erano diffidenti nei confronti della decisione, il pilota del team Honda Gariboldi ha presto messo a tacere gli scettici con la sua performance eccezionale che lo ha visto conquistare una doppietta,  vincendo così la gara di apertura del Campionato del Mondo MXGP 2016 sul suo debutto. Tim Gajser, alla tenera età di diciannove anni, ha anche scritto il suo nome nei libri di storia come il pilota più giovane a vincere nella classe regina del Campionato del Mondo FIM Motocross al suo esordio. "Ero molto rilassato mentre venivo qui", ha detto il rookie sloveno. "Non ho sentito la pressione. Non sapevo cosa aspettarmi, sapevo che mi sono preparato bene durante l'inverno, ho fatto  buon test e mi trovo bene con la squadra, così sono venuto qui solo con voglia di dare il massimo". Il campione in carica della MXGP Romain Febvre ha messo in atto un ritmo feroce in entrambe le gare. Il francese ha ammesso però che il gomito gli dava un po' di dolore, "Durante la prima manche con il mio infortunio al gomito non riuscivo a guidare come mi aspettavo, ero troppo tirato". Ciò nonostante ha messo insieme due piazzamenti nella top 3. "Non sono contento di come ho guidato", ha detto, "ma sono felice del piazzamento. Ho fatto un errore nella prima gara, ma sono tornato forte per la seconda. Sapevo che Tim era davvero forte, l'ho visto in sella un paio di volte in inverno, sulla 450, quindi sapevo che sarebbe stato in forma. In ogni caso abbiamo 17 gare alla fine". Il leader delle qualifiche, l'alfiere HRC Evgeny Bobryshev ha portato a casa gli stessi punti di Febvre, ma in gara2 è stato scalzato dal secondo gradino del podio gproprio da Febvre. Anche Bobby ha finito entrambe le gare nella top 3. Il pilota Monster Energy Yamaha Jeremy Van Horebeek ha siglato alcuni giri forti in questo fine settimana conquistando il quarto posto. Il pilota Red Bull KTM Factory Racing Antonio Cairoli non aveva vinto qui in Qatar e non ci è riuscito anche questa volta. Il siciliano, che è già una leggenda nel FIM Motocross World Championship con i suoi otto titoli mondiali, ha patito anche per il recente infortunio e ha portato a casa un sesto posto in gara1 e un quarto in gara2 che gli valgono un quinto posto assoluto nel GP. In MX2 vittoria di Jeffrey Herlings, che ha siglato una doppietta e ha concluso il GP davanti al francese Ferrandis e al lettone Jonas. MXGP Race 1 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 33:56.516; 2. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:07.507; 3. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:19.644; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:23.148; 5. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:27.015; 6. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:29.383; 7. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:30.886; 8. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:32.227; 9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:33.672; 10. Gautier Paulin (FRA, Honda), +0:35.336. MXGP Race 2 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:07.633; 2. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:08.230; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:09.952; 4. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:10.628; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:11.960; 6. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:14.601; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:19.057; 8. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0:20.221; 9. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:41.741; 10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:42.891. MXGP Overall: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 50 points; 2. Romain Febvre (FRA, YAM), 42 p.; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 42 p.; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 34 p.; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 33 p.; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), 30 p.; 7. Tommy Searle (GBR, KAW), 25 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 25 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 25 p.; 10. Maximilian Nagl (GER, HUS), 24 p. MXGP Manufacturer: 1. Honda, 50 points; 2. Yamaha, 42 p.; 3. KTM, 34 p.; 4. Kawasaki, 25 p.; 5. Suzuki, 25 p.; 6. Husqvarna, 24 p MX2 Race 1 Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:36.485; 2. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:02.127; 3. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:36.086; 4. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:39.609; 5. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:45.698; 6. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +0:46.475; 7. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:54.016; 8. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +1:00.550; 9. Jens Getteman (BEL, KTM), +1:08.121; 10. Max Anstie (GBR, Husqvarna), +1:12.918 MX2 Race 2 Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:39.257; 2. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +0:17.253; 3. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:33.722; 4. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +0:35.284; 5. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:36.687; 6. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +0:38.114; 7. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:39.889; 8. Benoit Paturel (FRA, Yamaha), +0:51.246; 9. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +0:52.150 MX2 Overall: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 44 p.; 3. Pauls Jonass (LAT, KTM), 40 p.; 4. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 34 p.; 5. Brent Van doninck (BEL, YAM), 31 p.; 6. Petar Petrov (BUL, KAW), 30 p.; 7. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 30 p.; 8. Samuele Bernardini (ITA, TM), 25 p.; 9. Brian Bogers (NED, KTM), 17 p.; 10. Jens Getteman (BEL, KTM), 17 p. MX2 Manufacturer: 1. KTM, 50 points; 2. Kawasaki, 44 p.; 3. Yamaha, 34 p.; 4. Suzuki, 34 p.; 5. TM, 25 p.; 6. Husqvarna, 18 p.; 7. Honda, 16 p.