di Riccardo Piergentili - foto Stefano Taglioni La gara della MXGP in Thailandia è stata l’occasione per capire che Antonio Cairoli (KTM) è competitivo ma anche che Romain Febvre (Yamaha) è in forma smagliante, che batterlo non sarà facile e che la prima gara (in Qatar) senza vittorie ha scatenato il campione che c’è in lui. Dopo il round a Suphan Buri, il francese, che è in testa alla classifica del mondiale, ha dimostrato che, indipendentemente dall’avvarsario, lui può vincere. CAIROLI C’È MA... - Antonio Cairoli si è presentato in Thailandia in un buono stato di forma ed in gara 1 l’italiano ha provato a mettere in difficoltà Febvre, che però è riuscito a mantenere i nervi saldi, tagliando il traguardo con quasi 3” di vantaggio. In gara 2 Cairoli è partito bene ma ha commesso un errore alla prima curva, spegnendo il motore della sua KTM. Cairoli è così ripartito ultimo ed alla fine è giunto dodicesimo, risultato che gli ha permesso di ottenere un quinto posto nel gran premio. Magra consolazione, dato che ora il distacco da Febvre è già salito a 28 punti. I GIOVANI AVANZANO - Ottime prestazioni per Tim Gajser (Honda), che dopo la doppietta del Qatar era il sorvegliato speciale. Gajser è arrivato in Thailandia con la tabella rossa ma è ripartito da Suphan Buri dovendo riconsegnarla a Febvre, che sul tracciato Thailandese ha potuto sfruttare la guida “pulita e scorrevole”. Gajser, comunque, è riuscito a salire sul terzo gradino del podio in gara 1 e in gara 2 si è dovuto accontentare del quinto posto. MX2 - Continua il dominio di Jeffrey Herlings (KTM) nella MX2. L'olandese ha vinto quattro gare su quattro e ovviamente è già in fuga nella classifica del mondiale, dove ha 26 punti di vantaggio (quindi più del punteggio assegnato al vincitore di una gara) sullo svizzero Jeremy Seewer (Suzuki). MXGP gara 1:  1. Romain Febvre (FRA, Yamaha), 34: 04,313; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0: 02,775; 3. Tim Gajser (SLO, Honda), +0: 05,871; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0: 18,040; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0: 21,958; 6. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +0: 33,137; 7. Gautier Paulin (FRA, Honda), +0: 36,125; 8. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0: 47,200; 9. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0: 51,008; 10. Christophe Charlier (FRA, Husqvarna), +0: 59,191. MXGP gara 2: 1. Romain Febvre (FRA, Yamaha), 34: 41,154; 2. Ben Townley (NZL, Suzuki), +0: 06,038; 3. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0: 07,876; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0: 10,723; 5. Tim Gajser (SLO, Honda), +0: 20,508; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0: 23,325; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0: 32,355; 8. Jose Butron (ESP, KTM), +0: 36,229; 9. Gautier Paulin (FRA, Honda), +0: 38,176; 10. Valentin Guillod (SUI, Yamaha), +0: 41,132. MXGP classifica GP: 1. Romain Febvre (FRA, YAM), 50 punti; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 36 p .; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 34 p .; 4. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 32 p .; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 31 p .; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), 27 p .; 7. Gautier Paulin (FRA, HON), 26 p .; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 23 p .; 9. Ben Townley (NZL, SUZ), 22 p .; 10. Tommy Searle (GBR, KAW), 22 p. MXGP classifica campionato: 1. Romain Febvre (FRA, YAM), 92 punti; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 86 p .; 3. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 74 p .; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 68 p .; 5. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 64 p .; 6. Shaun Simpson (GBR, KTM), 57 p .; 7. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 48 p .; 8. Tommy Searle (GBR, KAW), 47 p .; 9. Maximilian Nagl (GER, HUS), 44 p .; 10. Ben Townley (NZL, SUZ), 42 p. MXGP classifica costruttori: 1. Yamaha, 92 punti; 2. Honda, 86 p .; 3. KTM, 71 p .; 4. Suzuki, 60 p .; 5. Husqvarna, 55 p .; 6. Kawasaki, 47 p. Twitter: @Hokutonoken_79