Situato ai piedi delle pittoresche montagne di Villa La Angostura, lo spettacolare circuito della Patagonia con la sua terra vulcanica ha ospitato la quarta prova del Mondiale Motocross FIM. Davanti ad un pubblico estremamente entusiasta la vittoria è andata allo sloveno Tim Gajser e Red Bull KTM Factory Racing in MXGP e in MX2 a Jeffrey Herlings  su Honda Gariboldi, che ha conquistato la sua 51 ° vittoria in carriera. Nonostante le caratteristiche del circuito, che richiedono molto sia sul piano tecnico, che fisico e mentale,  a vincere nella classe regina è stato proprio il diciannovenne rookie Tim Gajser che ha conquistato la sua seconda vittoria assoluta della stagione. "Ho avuto un ottimo week-end", ha detto lo sloveno. "Ho vinto la mia prima gara in qualifica ieri e ho fatto un holeshot  e ho vinto oggi. Ora si va in Messico e ho bei ricordi lì: ho vinto la mia prima gara MX2 e mi piace molto la pista. Non vedo l'ora di andarci". Per l'alfiere del Red Bull KTM Factory Racing Antonio Cairoli finalmente il podio: il primo da maggio dello scorso anno. "Non sono ancora al mio meglio, ma devo fare il meglio in queste condizioni,  sono felice con la mia guida anche se è diversa da quella a cui sono abituato perché su alcuni punti non mi sento abbastanza forte. Ma è ok e va sempre meglio". Secondo assoluto  in Argentina, Tony balza dal quinto al terzo posto nell'assoluta. Il pilota del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Max Nagl si sta lentamente  muovendo nella giusta direzione: ha conquistato la sua prima vittoria della stagione nella prima manche, ma dopo un ultimo disperato tentativo di catturare Cairoli nella gara finale, ha deciso che era troppo rischioso e ha fatto marcia indietro. "Sono un po' deluso perché avrei potuto vincere questo GP, ma ho fatto marcia indietro e i piloti Yamaha mi hanno passato, ma un terzo posto è meglio di uno zero, quindi sono felice". Il leader del campionato, l'alfiere del team Monster Energy Yamaha Factory Racing Romain Febvre ha interrotto la sua striscia positiva di 16 podi consecutivi e ha quasi perso la sua tabella rossa qui in Argentina.  Il terzo posto in gara2, combinato con il  sesto posto in gara1, gli ha assegnato il quarto posto assoluto. In MX2 Jeffrey Herlings ha siglato la doppietta e ora conduce la classifica con 48 punti di vantaggio su Jeremy Seewer, autore di due secondi posti in Argentina. Fiammetta La Guidara MXGP Race 2 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:47.423; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:03.936; 3. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:07.794; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:11.910; 5. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:19.640; 6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:40.886; 7. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:47.977; 8. Valentin Guillod (SUI, Yamaha), +0:51.197; 9. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:53.609; 10. Christophe Charlier (FRA, Husqvarna), +0:54.351 MXGP Overall Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 45 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 44 p.; 3. Maximilian Nagl (GER, HUS), 41 p.; 4. Romain Febvre (FRA, YAM), 35 p.; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 34 p.; 6. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 27 p.; 7. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 27 p.; 8. Shaun Simpson (GBR, KTM), 25 p.; 9. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 24 p.; 10. Clement Desalle (BEL, KAW), 24 p. MXGP Championship Top Ten: 1. Romain Febvre (FRA, YAM), 172 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 169 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 144 p.; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 138 p.; 5. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 134 p.; 6. Maximilian Nagl (GER, HUS), 125 p.; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), 105 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 103 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 82 p.; 10. Tommy Searle (GBR, KAW), 74 p. MXGP Manufacturer: 1. Yamaha, 173 points; 2. Honda, 171 p.; 3. KTM, 151 p.; 4. Husqvarna, 136 p.; 5. Suzuki, 115 p.; 6. Kawasaki, 87 p. MX2 Race 1 Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:29.494; 2. Max Anstie (GBR, Husqvarna), +0:34.840; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:36.815; 4. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:49.465; 5. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:56.817; 6. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +1:07.056; 7. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), +1:09.327; 8. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +1:13.359; 9. Jorge Zaragoza (ESP, Honda), +1:22.090; 10. Thomas Covington (USA, Husqvarna), +1:23.679 MX2 Race 2 Top Ten: Jeffrey Herlings (NED, KTM), 34:54.991; 2. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:30.746; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, Yamaha), +0:33.248; 4. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:41.457; 5. Benoit Paturel (FRA, Yamaha), +0:43.160; 6. Samuele Bernardini (ITA, TM), +0:51.648; 7. Roberts Justs (LAT, KTM), +0:57.064; 8. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +0:58.093; 9. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), +1:03.564; 10. Thomas Covington (USA, Husqvarna), +1:11.648 MX2 Overall Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 40 p.; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 40 p.; 4. Samuele Bernardini (ITA, TM), 31 p.; 5. Petar Petrov (BUL, KAW), 28 p.; 6. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 25 p.; 7. Benoit Paturel (FRA, YAM), 24 p.; 8. Thomas Covington (USA, HUS), 22 p.; 9. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), 22 p.; 10. Max Anstie (GBR, HUS), 22 p. MX2 Championship Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 200 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 152 p.; 3. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 131 p.; 4. Pauls Jonass (LAT, KTM), 130 p.; 5. Petar Petrov (BUL, KAW), 104 p.; 6. Benoit Paturel (FRA, YAM), 99 p.; 7. Samuele Bernardini (ITA, TM), 91 p.; 8. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 84 p.; 9. Brent Van doninck (BEL, YAM), 78 p.; 10. Alvin Östlund (SWE, YAM), 70 p. MX2 Manufacturer: 1. KTM, 200 points; 2. Suzuki, 152 p.; 3. Yamaha, 148 p.; 4. Kawasaki, 131 p.; 5. Husqvarna, 107 p.; 6. TM, 91 p.; 7. Honda, 78 p.