Il circuito di Kegums, in Lettonia, ha ospitato il sesto round del mondiale di Motocross. Tim Gajser, lo stesso pilota che si era rivelato fortissimo in MX2, è diventato imprendibile anche in MXGP, almeno nella maggior parte delle volte. In gara1 infatti Gajser ha vinto, ma nella seconda manche il diciannovenne ha dovuto recuperare dopo una brutta caduta e ha concluso quarto, ma il risultato gli è stato sufficiente per piazzarsi primo nella Overall. Il nostro Tony Cairoli, con la KTM ufficiale, è secondo di giornata con un terzo posto in gara1 e un secondo in gara2. Il siciliano è stato sul punto di vincere, e sarebbe stata la prima volta dal GP di Gran Bretagna a Matterley Basin, circa un anno fa, ma alla fine ha dovuto accontentarsi della piazza d'onore. "Non sono soddisfatto della mia performance perché dopo i primi quindici minuti ho cominciato a perdere velocità", ha commentato Cairoli. "Ora so che sono tornato in forma e voglio vincere. Voglio vincere presto", ha annunciato l'otto volte iridato. "Questa volta la vittoria era davvero vicina ma mi mancano ancora un po’ di velocità e di allenamento", ha aggiunto Cairoli. " In gara uno, dopo essere partito in testa ho spinto forte ma dopo un po’ di giri non riuscivo più a tenere il ritmo dei primi ed ho chiuso terzo. In seconda manche sono partito di nuovo bene ed ho preso la testa della gara nel corso del primo giro, cercando di scappare, visto anche  l’ottimo ritmo, che però, ancora una volta non è bastato a farmi vincere la manche. "In generale sono felice per il secondo posto e per il secondo gradino sul podio ma onestamente sono anche arrabbiato di non essere sul gradino più alto, perché stiamo lavorando davvero duro per arrivarci. Ad ogni modo, prima di arrivare qui ho fatto due ottime settimane di allenamento e se ne vedono i frutti ma ora devo continuare a spingere duro per arrivare là dove voglio", ha concluso Cairoli. Il leader della generale Romain Febvre ha collezionato un quinto posto in gara1 e una vittoria in gara2, ma si piazza terzo nella Overall e adesso vede Gajser sempre più vicino in classifica generale: soltanto un punto li divide, mentre Cairoli ha 47 lunghezze da recuperare su Febvre. In MX2 doppietta per Jeffrey Herlings, davanti a Max Anstie, due volte secondo, mentre sul terzo gradino del podio si sono alterzati Pauls Jonass e Jeremy Seewe,r, che è secondo in campionato. Fiammetta La Guidara MXGP MXGP Race 1 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 33:55.987; 2. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:01.545; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:05.654; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:10.263; 5. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:15.166; 6. Kevin Strijbos (BEL, Suzuki), +0:32.318; 7. Ben Townley (NZL, Suzuki), +0:51.441; 8. Christophe Charlier (FRA, Husqvarna), +0:58.559; 9. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +1:10.768; 10. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +1:14.646. MXGP Race 2 Top Ten: 1. Romain Febvre (FRA, Yamaha), 34:06.040; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:12.420; 3. Jeremy Van Horebeek (BEL, Yamaha), +0:18.547; 4. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:24.293; 5. Maximilian Nagl (GER, Husqvarna), +0:25.970; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, Honda), +0:38.669; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), +0:42.406; 8. Christophe Charlier (FRA, Husqvarna), +0:47.558; 9. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), +1:04.696; 10. Valentin Guillod (SUI, Yamaha), +1:07.333. MXGP Overall Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 43 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 42 p.; 3. Romain Febvre (FRA, YAM), 41 p.; 4. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 38 p.; 5. Maximilian Nagl (GER, HUS), 38 p.; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 27 p.; 7. Christophe Charlier (FRA, HUS), 26 p.; 8. Ben Townley (NZL, SUZ), 22 p.; 9. Shaun Simpson (GBR, KTM), 21 p.; 10. Milko Potisek (FRA, YAM), 20 p. MXGP Championship Top Ten: 1. Romain Febvre (FRA, YAM), 260 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 259 p.; 3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 213 p.; 4. Maximilian Nagl (GER, HUS), 203 p.; 5. Jeremy Van Horebeek (BEL, YAM), 200 p.; 6. Evgeny Bobryshev (RUS, HON), 197 p.; 7. Shaun Simpson (GBR, KTM), 143 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, SUZ), 142 p.; 9. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 121 p.; 10. Valentin Guillod (SUI, YAM), 116 p. MXGP Manufacturer: 1. Yamaha, 263 points; 2. Honda, 261 p.; 3. KTM, 220 p.; 4. Husqvarna, 214 p.; 5. Suzuki, 162 p.; 6. Kawasaki, 134 p. MX2 MX2 Race 1 Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 35:30.258; 2. Max Anstie (GBR, Husqvarna), +0:32.751; 3. Pauls Jonass (LAT, KTM), +0:39.912; 4. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +0:44.374; 5. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +1:01.732; 6. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +1:13.880; 7. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +1:16.519; 8. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), +1:20.125; 9. Benoit Paturel (FRA, Yamaha), +1:26.014; 10. Brian Bogers (NED, KTM), +1:26.435 MX2 Race 2 Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 35:23.887; 2. Max Anstie (GBR, Husqvarna), +1:02.361; 3. Jeremy Seewer (SUI, Suzuki), +1:06.598; 4. Petar Petrov (BUL, Kawasaki), +1:31.464; 5. Benoit Paturel (FRA, Yamaha), +1:33.420; 6. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), +1:50.446; 7. Brian Bogers (NED, KTM), +1:51.621; 8. Roberts Justs (LAT, KTM), -1 lap(s); 9. Alvin Östlund (SWE, Yamaha), -1 lap(s); 10. Vsevolod Brylyakov (RUS, Kawasaki), -1 lap(s) MX2 Overall Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 50 points; 2. Max Anstie (GBR, HUS), 44 p.; 3. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 38 p.; 4. Petar Petrov (BUL, KAW), 33 p.; 5. Dylan Ferrandis (FRA, KAW), 31 p.; 6. Benoit Paturel (FRA, YAM), 28 p.; 7. Pauls Jonass (LAT, KTM), 27 p.; 8. Brian Bogers (NED, KTM), 25 p.; 9. Brent Van doninck (BEL, YAM), 24 p.; 10. Calvin Vlaanderen (NED, KTM), 22 p. MX2 Championship Top Ten: 1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 300 points; 2. Jeremy Seewer (SUI, SUZ), 230 p.; 3. Pauls Jonass (LAT, KTM), 193 p.; 4. Petar Petrov (BUL, KAW), 165 p.; 5. Aleksandr Tonkov (RUS, YAM), 163 p.; 6. Benoit Paturel (FRA, YAM), 154 p.; 7. Samuele Bernardini (ITA, TM), 133 p.; 8. Vsevolod Brylyakov (RUS, KAW), 132 p.; 9. Max Anstie (GBR, HUS), 126 p.; 10. Alvin Östlund (SWE, YAM), 110 p. MX2 Manufacturer: 1. KTM, 300 points; 2. Suzuki, 230 p.; 3. Yamaha, 210 p.; 4. Kawasaki, 202 p.; 5. Husqvarna, 182 p.; 6. TM, 133 p.; 7. Honda, 116 p.