Grande giornata di sport al Tazio Nuvolari di Mantova con la 3° edizione del Gran Premio di Lombardia, 12° prova del mondiale motocross. Il pubblico del Circuito Città di Mantova si è assiepato nel catino naturale già dalle dieci del mattino quando è scattata la Gara 2 del mondiale femminile.

Lo sloveno Tim Gajser su Honda del team Gariboldi ha vinto il suo settimo Gran Premio in questa stagione involandosi verso la conquista del titolo mondiale della classe regina. Gajser, del resto, già l’anno scorso aveva il GP di Lombardia della classe MX2, ipotecando la conquista del mondiale della classe cadetta.

In Gara 1 lo sloveno è partito benissimo seguito dagli specialisti di Mantova, Nagl, Coldenhoff, Desalle, Bobryshev, Pauline van Horeebek, mentre Antonio Cairoli, dopo un contatto in partenza, è riuscito a inserirsi  alle spalle del gruppo di testa, nonostante corresse con il polso sinistro fratturato e senza far ricorso ad infiltrazioni.

Gajser è rimasto sempre in testa e ha vinto davanti a Desalle, Paulin e Nagl, mentre Cairoli ha dovuto accontentarsi il sesto posto.

In Gara 2 la risposta del sicilianoha infiammato il Tazio Nuvolari. Tony ha siglato l’holeshot inseguito dalla Honda di Gajser. Il giovane sloveno ha provato ad attaccarlo al ferro di cavallo ma è stato respinto con veemenza dall’italiano che ha mantenuto il comando per dodici giri, marcando il giro veloce della gara in 1’55” con Gajser che provava a passarlo da tutte le parti senza successo. Nel finale Cairoli ha dovuto lasciare il passo prima a Gajser poi a Paulin, chiudendo sul terzo gradino del podio.

Gajser ha così vinto il GP davanti agli specialisti di Mantova Paulin e Desalle, con Cairoli quarto, ma ora secondo in campionato.

«E’ un successo bellissimo, il mio secondo qui a Mantova dopo la vittoria nella MX2», ha detto in conferenza stampa Gajser. «Amo questo circuito e il GP della Lombardia è come una gara di casa per me. La pista mi è piaciuta, tecnica e difficile, in gara 1 è stato più facile, ma nella seconda manche per passare Tony ho dovuto fare una grande fatica perché lui è un grande Campione e aveva un ritmo incredibile su questo terreno. E’ tutto bellissimo, spero che come l’anno scorso la vittoria qui mi porti verso il titolo, ringrazio tutti quelli che sono venuti qui per me».

Nella MX2 ancora un assolo di Jeffrey Herlings che in Gara 1 ha  sorpassato Brian Bogers e l’americano Convington, andando a vincere con 30” di vantaggio su Bogers e 35” su Dylan Ferrandis, che ha rimontato. Bene gli azzurri Cervellin 11° e Bernardini 13°  a punti anche il mantovano Simone Zecchina, 19°. In Gara 2 si è confermato ancora Herlings davanti a Jonass e Bogers.

Woman MX - Kiara Fontanesi, dopo la strepitosa vittoria di gara1 il sabato ha ottenuto un ottimo terzo posto nella gara di domenica, grazie ad una rimonta che l’ha portata alle spalle della olandese van de Ven (Yamaha) e della leader della classifica Livia Lancelot. Kiara si aggiudica così il GP di Lombardia. Un successo che rilancia  la 4 volte iridata Parma, quando mancano solo 2 gare alla fine del mondiale e il suo ritardo sulla Lancelot è di 69 punti.