Davanti ad un pubblico di 50.000 appassionati, lo storico tracciato di Maggiora ha ospitato la settantesima edizione del Cross delle Nazioni. Ed era da un po' che non si vedeva un'edizione così combattuta. 

E' stata la Francia a conquistare la vittoria: la prima volta era stata 2001, a Namur, in Belgio, e allora erano stati Yves Demaria, Luigy Segy e David Vuillemin i piloti protagonisti. Questa è la terza vittoria consecutiva della Francia che, il trio Febvre – Paturel – Paulin ha conquistato il successo con 29 punti davanti all’Olanda (Coldenhoff – Bojers - Herlings) a quota 30 e agli Stati Uniti (Webb – Martin – Anderson), saliti sul podio con 33 lunghezze. Quarto il Belgio (Strijbos – Van Horebeek – Van Doninck, 36 pt.) mentre l’Italia ha chiuso la top 5 con 44 punti. Antonio Cairoli ha vinto la classifica individuale MXGP, Samuele Bernardini ha chiuso in 5° piazza quella della MX2 e Michele Cervellin in 6° la MX Open.

Antonio Cairoli, all’undicesima presenza in carriera con la maglia azzurra, ha come di consueto dato il 100%, senza risparmiarsi, per portare il tricolore assieme ai compagni di squadra Cervellin (Open-Honda) e Bernardini (MX2-TM), il più in alto possibile nella classifica finale.

 “Il fine settimana era cominciato bene, con delle buone prove ed un ottimo avvio di qualifica che mi vedeva tranquillamente primo, quando sono caduto violentemente a terra", spiega Cairoli, vincitore della classe MXGP. "La mattina dopo al risveglio ho sentito che i postumi della caduta piuttosto forti, con il collo bloccato ed una coscia dolorante, al punto che non sapevo se ce l’avrei fatta a correre. Stringendo i denti sono comunque riuscito a fare due ottime gare delle quali sono molto soddisfatto. In entrambe le manche mi sono avvicinato nelle fasi finali di gara alla testa, con una buona velocità ma mi manca ancora qualcosa per fare la differenza. Il risultato è comunque ottimo e vincere le due manche non avrebbe fatto differenza ai fini della classifica finale per l’Italia. Gareggiare davanti a questo pubblico oggi è stata una grandissima emozione e anche se siamo finiti lontani dal podio sono contento dell’impegno mostrato da tutti nel dare il massimo.”