È andato in scena ad Arco di Trento, sul circuito di Pietramurata, l’ultimo round del Mondiale di Motocross Femminile dove tra le quattro sfidanti c’era la sei volte iridata Kiara Fontanesi. La parmense aveva dieci punti da recuperare sulla leader Nancy Van De Ven, ma a spuntarla è stata Courtney Duncan che ha calato il bis dopo il titolo 2019.

Una grande rimonta, ma non è bastata


Tutto, forse, si è deciso nella prima manche, quando una mischia alla prima curva, innescata da Van De Ven, ha fatto scivolare Kiara in ventitreesima posizione. La 26enne ha dato vita ad una grande rimonta, giro dopo giro, arrivando sesta al traguardo. Un grande risultato considerata la manche, che però non le ha permesso di recuperare punti in ottica iridata.
Con 16 punti di ritardo si presentava così alla seconda manche, vinta da Van De Ven seguita da Kiara Courtney, a cui è bastato il terzo posto per vincere il Mondiale (a pari merito con l’olandese, ha avuto la meglio per il maggior numero di vittorie).

MXGPP: anche Gautier Paulin lascia a fine stagione

 

Nel mirino il 2021


Il 2020 è stato comunque un anno positivo per la parmense, considerando che nel 2019 aveva ridotto al minimo la sua preparazione, avendo portato avanti una gravidanza e partorito a novembre. Il bottino della Fontanesi a fine stagione parla di una vittoria di manche, tre terzi posti, un secondo e un quarto e lei ha raccontato: “Me la sono giocata fino in fondo e sono contenta del risultato. Lottare per il mondiale nell’anno del rientro è stato un risultato che ha oltrepassato le aspettative e dunque sono soddisfatta. Ora lavorerò in vista del 2021 e sono sicura che andrà meglio. Ringrazio la mia famiglia, il team e tutti gli sponsor per il supporto”.

MotoGP: cosa c'è dietro la riscossa della Honda?