Il mondo del motociclismo piange un’altra vittima. Si tratta del 23enne sudamericano Alberto “Wey” Zapata, deceduto nel crossodromo di San Augustin nella provincia di Cordoba. Zapata ha perso l’equilibrio su un salto ed è caduto per terra. Uno dei piloti che lo seguivano non è riuscito ad evitarlo e lo ha travolto, uccidendolo sul colpo. 

Il destino delle volte sembra volersi proprio accanire con alcune persone. Proprio come è successo ad Alberto che, 5 mesi fa, il 15 novembre, era rimasto coinvolto in un incidente stradale dal quale ne era uscito senza il braccio sinistro, amputato dai medici per salvargli la vita.

Un incidente che non gli ha tolto la voglia di correre, tanto è vero che poco più di 4 mesi dopo, con una moto appositamente preparata, è tornato sullo sterrato argentino, lo stesso dove ha trovato la morte. E quella che poteva essere una giornata di rivalsa, grazie alla sua grande passione per la moto ed il Motocross , si è trasformata in tragedia.

Tragedia nel motocross: è morto Sebastian Fortini