Sul celebre tracciato piemontese di Maggiora, si è svolta questo fine settimana la prima edizione della Euro Vintage Motocross Cup, evento dedicato alle moto che hanno scritto la storia di questa disciplina. Una manifestazione che ha riscosso grande successo tra gli appassionati e, soprattutto, tra i partecipanti, i quali sono stati quasi 250, tra cui grandi nomi di sportivi, ex piloti e personaggi di spicco.

All'evento organizzato dall'A Sport Group di Stefano Avandero in collaborazione con la FMI ed FX Action, infatti, hanno preso parte nomi altisonanti quali la leggenda della Dakar Franco Picco, Michele Fanton, Alex Puzar ed il presentatore televisivo Max Giusti, grande appassionato del fuoristrada ed ex pilota, il quale ha svolto un doppio ruolo di pilota e presentatore, commentando i numerosi eventi che hanno contraddistinto quella che può essere considerata come la versione off-road del Festival of Speed di Goodwood.

Italiano Prestige a Maggiora: vincono Gajser e Fernandez

Giro d'onore per Alex Puzar


Tra le special guest presenti nel fine settimana, uno dei grandi protagonisti è stato il due volte campione del mondo Alex Puzar, il quale (dopo essere atterrato in grande stile a Maggiora in elicottero) ha percorso un giro d'onore in sella alla sua moto del 1990 insieme a Stefano Avandero, quest'ultimo alla guida della Yamaha YZ250 di un'altra leggenda come Chad Reed.

"E' stato veramente un bel weekend, sono riuscito a fare anche un giro di pista e mi sono divertito. Girare a Maggiora con la moto ed i colori del 1990 mi ha davvero regalato una grande emozione. Le gare sono state stupende e l'ambiente è bello e rilassato. Tutti si divertono e secondo me in futuro potrebbe diventare un evento-festa con la partecipazione di tanto pubblico", ha raccontato l'ex pilota.

AMA Supercross, Atlanta 3: vincono Webb nella 450 e Thrasher nella 250 Ovest

Max Giusti: "Girare a Maggiora è stato un privilegio"


Anche il presentatore e grande appassionato Max Giusti si è detto entusiasta dell'evento: "Avere la possibilità di correre su una pista come quella di Maggiora è stato un grande privilegio. Qui ho incontrato tanti piloti ed altrettanti campioni del passato e potermi confrontare con loro in quella che considero "La Scala" del motocross è stato bellissimo. Devo complimentarmi con Stefano Avandero che non ha mai mollato e che oggi ci ha regalato un sogno, riaprendo un impianto così prestigioso, in un periodo nel quale si tende a chiuderli".

Dakar 2022, colpo KTM: ingaggiato Kevin Benavides