Con il nuovo programma di gare da quest’anno, le categorie di supporto (EMX125, EMX250, Open e WMX) disputano le loro manche al sabato, ricevendo così piena attenzione dal pubblico che li segue dalle prove del mattino. In Olanda è toccato alla EMX250, classe propedeutica all’ingresso nel Mondiale MX2 e alla Open, classe mista. Il tracciato di Oss si è rivelato particolarmente impegnativo per i piloti di entrambe le categorie, il fondo sabbioso e umido è andato via via asciugandosi sotto un sole caldo, lasciando apparire profondi canali e buche scalinate particolarmente secche che hanno reso la superficie particolarmente insidiosa.

EMX250: Lapucci tabella sempre più rossa


Sulle colline di Oss si sono viste scene insolite nella prima giornata del Gran Premio d’Olanda, caratterizzata da una forte presenza di pubblico festante sotto un sole insolitamente caldo. Tra cappellini arancioni, fiumi di birra e cataste di sedie pieghevoli, il tifo è stato tutto per i piloti di casa e l’eroe del giorno è stato Rick Elzinga (KTM) che è salito sul primo gradino del podio grazie ad un secondo ed un primo posto, ottenuto soffiando la prima vittoria in questa classe a Liam Everts (KTM). La tabella rossa resta però saldamente nelle mani di Nicholas Lapucci, secondo oggi. Il toscano in conferenza stampa non nasconde il disappunto per non essere riuscito a conquistare con la Fantic 250 due tempi la quarta manche consecutiva, dopo aver vinto la prima e chiuso terzo la seconda ad un soffio dal primo. 

Primo podio stagionale per Liam Everts sulla 250

Sorridono, oltre a Lapucci, comunque soddisfatto per aver incrementato il vantaggio in classifica, anche Liam Everts, per la prima volta sul podio della 250 dopo un quinto ed un secondo posto e Andrea Bonacorsi (Yamaha) che sale al terzo posto in campionato con due manche solide concluse entrambe al quarto posto. Il campione in carica della EMX125 sta continuando a crescere e la prossima tappa che si terrà tra due settimane sulla sua pista preferita, a Lommel, potrebbe vederlo in lotta per un posto sul podio.

Open: De Bortoli sul podio olandese


Nella classe Open riflettori puntati sul numero nove di Ken De Dycker che con la sua Kawasaki 450 si è ripresentato ad un cancello di partenza di una gara dopo tre anni dall’ultima volta, chiudendo addirittura al terzo posto la prima frazione. Vittoria al pilota di casa Micha-Boy De Waal (Husqvarna) che ha preceduto sul podio Nicholas Dercourt (Honda) nuovo leader della serie e Davide De Bortoli che si è avvicinato alla tabella rossa, ora a sole 4 lunghezze. Assente Filippo Zonta, leader della categoria dopo la doppietta di Maggiora e ben tre gli italiani nella top five di campionato, con Simone Croci quarto e Zonta quinto.

Davide De Bortoli terzo nella Open a Oss