Continua la fuga in classifica di campionato di Nicholas Lapucci; il pilota della Fantic a Lommel mette a segno un altro colpo straordinario e conquista la seconda vittoria stagionale dopo quella arrivata al primo round in Inghilterra. Vincere sulla sabbia belga era meno scontato che farlo sulla terra dura di Matterley Basin ma il cammino verso il titolo di Campione Europeo di Motocross della EMX250 sembra proseguire senza intoppi. Il toscano in sella alla sua 250 2 tempi ha fatto segnare il miglior tempo al mattino e in gara uno ha centrato il quarto successo parziale sulle sei manche fin qui disputate. Nicholas, partito in testa, aveva subito il sorpasso del norvegese Kevin Horgmo (GasGas) che però dopo un giro si è schiantato contro le barriere, ripartendo quarto, posizione con la quale terminerà gara uno. Via libera quindi per Lapucci che vince la manche, precedendo Jorgen-Matthias Talviku (Husqvarna) e Rick Elzinga (KTM), con Liam Everts (KTM) quarto, protagonista di una bellissima rimonta, dopo una partenza disastrosa. 

 

La classifica del Gran Premio del Belgio della EMX250

Lapucci allunga in classifica


In gara due copione quasi identico, questa volta però, parte davanti Horgmo, ma Lapucci lo infila alla seconda curva, braccato da Elzinga, subito velocissimo. L’olandese scappa in testa e prende un vantaggio importante che gli consente di gestire la gara fino al traguardo, tagliato da vincitore al termine dei 14 giri di gara. Per aggiudicarsi il Gran Premio a Nicholas non resta che guidare senza sbavature, senza mai subire il ritorno di Horgmo che chiude terzo alle spalle dell’italiano. Quarto Everts, questa volta scattato meglio ma meno incisivo che nella prima frazione. Sul podio Lapucci precede Elzinga e Horgmo. In classifica di campionato il pilota del team Maddii sale a 142 punti, con un vantaggio di 26 lunghezze su Horgmo, terzo Elzinga a 40 punti dalla testa. 

 

La classifica di Campionato della EMX250 dopo tre round

Lontani dal vertice gli altri italiani


Deludente la prova di Andrea Bonacorsi (Yamaha), Campione in carica della EMX125 e già vincitore qui la scorsa stagione. Il bergamasco reduce da problemi fisici accusati nelle passate setitmane, non è riuscito a portare a casa più di nove punti, racimolati in gara uno, dopo essersi qualificato col dodicesimo tempo del suo gruppo ed ha terminato la gara spossato. Male anche Yuri Quarti (KTM), che torna a casa senza punti, così come Eugenio Barbaglia (GasGas), Pietro Razzini (Husqvarna) e Paolo Lugana (KTM), meglio Emilio Scuteri (TM) che termina gara due e Gran Premio in undicesima posizione dopo aver guidato con grinta sulla sabbia belga. 

Buona la seconda prova di Emilio Scuteri con la TM ufficiale