Sorride a Yamaha l’ultimo appuntamento stagionale del ProMotocross 2021 in quel di Rancho Cordova in Californita. Dylan Ferrandis nella 450 festeggia il titolo appena conquistato con la vittoria dell'evento mentre la doppietta non basta al compagno di marca Justin Cooper nella 250 per uscire con il titolo di classe, andato all’australiano Jett Lawrence. Jett Lawrence diventa quindi il primo australiano a centrare il titolo della 250. 

La 250


L’Holeshot della prima frazione è di Justin Cooper che precede Hampshire. Cooper ha bisogno di vincere sperando in un passo falso di Lawrence per portarsi a casa il titolo. Infatti prima della fine del primo giro, Jett Lawrence cade risalendo poi in sella in 23^ posizione. Due giri dopo, davanti all’australiano cade un altro pilota costringendolo a perdere altre due posizioni.

In testa Cooper continua a comandare seguito da Hampshire e Forkner. Al segnale dei 10’ di gara, errore di Forkner che spiana la strada alla Suzuki di Schwartz. Nelle retrovie, Lawrence è scatenato e recupera i primi 20 arrivando poi in top 15 a metà della gara.

Hampshire raggiunge Cooper e prova a passarlo ma il pilota Yamaha resiste e con un paio di giri veloci mette tre secondi tra sé ed il pilota Husqvarna. Dietro di loro Mosiman e Schwartz si toccano e cadono, permettendo ad Hunter Lawrence di passare in terza posizione. L’incidente avvantaggia anche Jett Lawrence che entra in top 10 quando mancano 5’ alla fine della gara.

Cooper passa sul traguardo con 3”5 di vantaggio su Hampshire, Hunter Lawrence chiude terzo davanti a Shimoda e Vohland, mentre Jett Lawrence limita i danni finendo ottavo.

Nella seconda frazione è di Varize l’Holeshot davanti a Masterpool e Cooper, con Jett Lawrence che parte fuori dai primi 5 ed è già costretto a rimontare causa caduta mentre inseguiva Vohland.

Passati i primi 5’ di gara, Cooper passa in testa mentre Lawrence recupera posizioni.

Davanti Forkner e Shimoda passano Varize portandosi rispettivamente in seconda e terza posizione mentre Cooper davanti scappa via mettendo un margine di 5” sugli inseguitori. Shimoda passa Forkner per il secondo posto.

Mentre Cooper continua a martellare, Jett Lawrence raggiunge di nuovo Vohland. I due piloti si sbarazzano di Forkner passando rispettivamente terzo Vohland e quarto Jett Lawrence. Prima della fine della gara l’australiano passa Vohland per la terza posizione.

Cooper taglia il traguardo in prima posizione davanti a Shimoda ma la terza posizione basta a Jett Lawrence per prendersi il titolo.

 

Classifica combinata Gara1+Gara2

1.     Justin Cooper (USA), Yamaha               1-1

2.     Jo Shimoda (JAP), Kawasaki                 4-2  

3.     RJ Hampshire (USA), Husqvarna         2-6

4.     Max Vohland (USA), KTM                     5-4

Classifica finale National 250 

1.     Jett Lawrence             497 p.

2.     Justin Cooper             491 p.

3.     Hunter Lawrence            381 p.

4.     RJ Hampshire              364 p.

La 450


Gara praticamente ininfluente ai fini della lotta per il titolo ma che può ancora assegnare il titolo platonico di vice campione alle spalle di Ferrandis tra Roczen e Tomac.

L’Holeshot della prima frazione è di Ken Roczen davanti a Ferrandis, Craig, Webb e Tomac. Il tedesco è determinato a prendersi il secondo posto alle spalle di Ferrandis e lascia gli altri a lottare tra di loro per secondo e terzo posto. A metà gara si infiamma la battaglia “europea” tra Roczen e Ferrandis con Tomac che strappa la terza posizione a Webb.

Ferrandis inizia ad attaccare ma Roczen si difende bene, dietro un errore di Tomac permette a Webb di tornare al terzo posto.

Il francese ci riprova ancora ma il tedesco non molla difendendo il primato con le unghie e con i denti. Dai e dai, alla fine Ferrandis passa quando mancano 10’ alla fine della gara.

Una volta in testa, Ferrandis vola e taglia il traguardo con oltre 10” di vantaggio su Roczen. Terzo chiude Webb davanti a Tomac e Craig.

Webb centra l’Holeshot della seconda frazione ma la sua leadership dura un battito di ciglia, passato subito da Craig. Dietro di loro contatto tra Roczen e Ferrandis, con il francese che riesce a ripartire mentre il tedesco è costretto al ritiro.

Craig in testa con Webb e Tomac al suo inseguimento. Ferrandis dal fondo della griglia riesce abbastanza agevolmente a tornare in top 10. Passati i primi 10’ di gara, Webb passa Craig riportandosi in testa, la stessa manovra la compie Tomac pochi secondi dopo.

A metà gara Tomac inizia a mettere pressione a Webb approfittando di una parte del tracciato molto favorevole alla Kawasaki ma Webb resiste. Tomac riesce nel sorpasso a Webb e prova a scappare via per cercare di vincere l’ultima gara della carriera in Kawasaki.

Ai 10’ dalla fine il vantaggio di Tomac su Webb è di oltre 4” mentre Ferrandis con la sua rimonta è arrivato in top 5. Webb è comodo in seconda posizione con un buon vantaggio su Craig. Ferrandis passa quarto e a due giri dalla fine sorpassa anche il compagno di squadra Craig per la terza posizione finale.

Eli Tomac passa sul traguardo con 5”8 di vantaggio su Webb per l’ultima vittoria in Kawasaki prima di passare in Yamaha. Webb è secondo con Ferrandis terzo.

Classifica combinata Gara1+Gara2

1.     Dyland Ferrandis (FRA), Yamaha           1-3

2.     Eli Tomac (USA), Kawasaki                     4-1

3.     Cooper Webb (USA), KTM                      3-2

4.     Christian Craig (USA), Yamaha               5-4

Classifica finale National 450

1.     Dylan Ferrandis           531 p.

2.     Eli Tomac                      458 p.

3.     Ken Roczen                   446 p.

4.     Cooper Webb                358 p.

Highlights


Direttamente dal canale YouTube del ProMotocross gli highlights dell’evento di Rancho Cordova, finale della stagione 2021

AMA ProMotocross, Pala 2: Tomac vince, Ferrandis campione