Il fine settimana dell’undicesimo round della MXGP è iniziato come di consuetudine, da quando la pandemia ha stravolto i programmi di gara, con le gare dell’europeo. In entrambe le classi le gare sono state all’insegna dei nostri colori, con i due leader di classifica che si sono riconfermati tali al termine del round francese. Le manche si sono svolte sotto un sole quasi primaverile e con un pubblico davvero numeroso, soprattutto considerando che si tratta di un sabato senza mondiale in pista. 

Il podio della EMX250 in Francia, per Bonacorsi ancora un podio

Rossi vince gara uno, Lata secondo in rimonta


In EMX125 successo di Valerio Lata (KTM) che al termine delle due frazioni sale sul gradino più alto del podio, Il giovane romano, partito a ridosso della top five al primo via, ha spinto per tutta la manche, chiudendo al secondo posto, alle spalle dell’autore dell’hole-shot, Marc Antoine Rossi (KTM), dopo aver avuto la meglio sull’autore della pole position Ferruccio Zanchi (Yamaha), scattato secondo dietro al corso e su Bobby Bruce (GasGas), terzo al traguardo. Sfortunato Zanchi che incappa in una caduta nel corso del sesto giro, mentre è in lotta per le prime posizioni e che riparte attardato dopo aver faticato a far ripartire la sua moto. 

La partenza di gara una della EMX125 con Lata circondato dagli avversari

Zanchi irresistibile nella seconda ma gara a Lata

In gara due Zanchi scatta davanti a tutti e si invola in solitaria verso il successo di manche, seguito da Lata, bravo a gestire la pressione del francese Lucas Coenen (Kawasaki) nel finale. A terra Bruce, terzo per dieci giri, mentre il vincitore di gara uno, Rossi, chiude la seconda frazione al settimo posto dopo una manche anonima. Sul podio Lata precede Rossi e Coenen, con Zanchi quinto, mentre in campionato il romano allunga ed ora ha un vantaggio di punti 17 su Kay Karssemakers (Husqvarna) e di 23 su Bruce. Zanchi sale al quarto posto a 45 punti dal connazionale. Il prossimo round della 125 si terrà tra una settimana in Spagna.

La tabella rossa di Valerio dopo questa gara è un po' più rossa

La prima di Fredriksen, Lapucci a terra


In EMX250 primo successo stagionale per Hakon Fredriksen (Yamaha) che parte in testa al primo via, mentre l’autore della pole position, Andrea Bonacorsi (Yamaha), gira fuori dai cinque alla prima curva e si lancia all’inseguimento del norvegese. Tra di loro Tom Guyon (KTM), Cornelius Toendel (Yamaha), Kevin Horgmo (GasGas) e Emil Wekman (Honda), cedono al passo deciso del bergamasco che chiude secondo alle spalle di Fredriksen dopo una bella rimonta. Manche no per la tabella rossa, Nicholas Lapucci (Fantic), partito indietro dal terzo cancello e dodicesimo al traguardo dopo una scivolata. 

La scivolata di gara uno di Lapucci

Lapucci imprendibile


In gara due Lapucci sigla uno strepitoso hole-shot e comanda per tutti i sedici giri di gara, mentre Bonacorsi non riesce a scattare bene dalla pole e deve spingere per tutta la manche per rimontare fino al terzo posto finale che gli regala il secondo podio consecutivo, dopo quello conquistato in Germania una settimana fa, salendo però di un gradino, dal terzo al secondo. A chiudere secondo è Fredriksen che così sale sul primo gradino del podio, davanti a Bonacorsi secondo e a Guyon terzo. Quarto posto di giornata per Lapucci che comanda comunque con l’ampio margine di 36 punti su Horgmo, oggi solo sesto e di 63 su Rick Elzinga (KTM). Con il risultato di oggi Bonacorsi sale al quinto posto in classifica, seguendo a sette lunghezze Liam Everts (KTM) quarto. Il prossimo round dell’europeo 250 sarà ospitato tra due settimane ad Arco di Trento.

Dalle stalle alle stelle, dopo la caduta nella prima, Lapucci domina gara due