MX2: Tom Vialle torna alla vittoria in Turchia

MX2: Tom Vialle torna alla vittoria in Turchia© MXGP

Il Campione del Mondo in carica ritrova la velocità persa dopo l’infortunio di inizio stagione ma Renaux è sempre più in fuga

6 settembre

La dura ed impegnativa pista di Afyon ha accolto i piloti della MX2 per il primo dei due round che si disputeranno in Turchia in questi giorni. Al termine delle due manche di gara è stato Tom Vialle (KTM), autore anche della pole position, a salire sul gradino più alto del podio. Il francese, a digiuno dal primo round russo di questa travagliata stagione, ha saputo trarre il meglio dalla pausa estiva, tornando ad essere più che competitivo. Partito in testa nella prima frazione, Vialle ha lottato col compagno Renè Hofer nei primi giri, salvo prendere il largo, aggiudicandosi la terza vittoria di manche dell’anno. Alle sue spalle Mattia Guadagnini (KTM) che dopo una partenza difficile riesce a trovare il passo migliore, inanellando un sorpasso dietro l’altro, rimontando fino a tagliare il traguardo alle spalle di Vialle. Terzo della prima frazione, dopo una gara anche per lui in rimonta, l’australiano Jed Beaton (Husqvarna) riesce ad avere la meglio su Hofer, passato anche da Maxime Renaux (Yamaha), quarto davanti all’austriaco.

In Turchia si è rivisto René Hofer nelle posizioni di vertice

Quarta vittoria di manche per Renaux


Al via di gara due Maxime Renaux centra il secondo hole-shot della giornata, trovando un varco tra il compagno di squadra Jago Geerts (Yamaha) e Mattia Guadagnini, con Beaton e Vialle agguerriti alle spalle del trio di testa. La fuga di Renaux si conclude a due giri dalla fine, quando Vialle gli arriva alle spalle, facendo segnare il giro veloce della gara e tenta un attacco alla fine del rettilineo della partenza. Il pilota KTM non trova però l’affondo decisivo e incappa in una innocua scivolata che però gli toglie l’ultima possibilità di attaccare per tentare di vincere anche la seconda frazione. Nel frattempo alle spalle dei due transalpini, Beaton ha la meglio su Guadagnini, al quale il podio sfugge per le discriminante dei risultati ottenuti nelle due frazioni, mentre Ruben Fernandez (Honda) e Jago Geerts animano la gara con un duello senza esclusione di colpi. La giuornata dello spagnolo finisce sulla terra turca con uno spettacolare volo nell’ultimo giro, mentre il belga chiude sesto dietro Hofer. Sul podio Vialle precede il connazionale Renaux, sempre più solo al comando della classifica, con Beaton terzo a pari punti con Guadagnini quarto. In campionato la tabella rossa del pilota ufficiale Yamaha allunga ancora con Mattia Guadagnini che segue con 41 punti di distacco, Jago Geerts a 52 lunghezze e Jed Beaton a 77. Vialle torna nella top ten con però ben 134 punti di distacco dalla tabella rossa.

Maxime Renaux sempre più con lo sguardo rivolto verso il titolo 2021

Veloce Facchetti all'esordio su KTM, bene Lata


Positiva la prova degli italiani, veloci ma sfortunati. Detto di Guadagnini, costantemente in lotta per le posizioni di vertice, il migliore di giornata in Turchia è stato Andrea Adamo (GasGas)  quindicesimo, precedendo Gianluca Facchetti (KTM) sedicesimo. Il siciliano ha portato a casa un quattordicesimo in gara uno, dopo un contatto proprio col pilota di Treviglio, mentre entrambe navigavano nella top ten, mentre in gara due chiude tredicesimo. Sfortunato Facchetti, quindicesimo in gara uno e sedicesimo nella seconda frazione, dopo che Ruben Fernandez lo centra mentre erano in lotta per il quinto posto nelle fasi iniziali di gara due. Primi punti iridati per Valerio Lata (KTM), all’esordio nel mondiale col team Marchetti, che chiude diciannovesimo grazie al diciassettesimo posto della seconda manche.

Esordio promettente per Gianluca Facchetti, terzo in prova in sella alla KTM

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi