Lierop – Tony Cairoli ha conquistato nell’anno del debutto nella classe MX1 il titolo iridato. Il siciliano della Yamaha è stato autore di due grandissimi recuperi. Ha corso con un ginocchio malandato, al quale sono state effettuate delle infiltrazioni. Un handicap non da poco su un tracciato difficile come quello di Lierop, uno dei più duri di tutto il mondiale. Ma Tony non ha mollato, ha fatto la gara sul suo diretto rivale Maximilian Nagl (KTM) e ha conquistato il titolo mondiale con una gara di anticipo.

Per Cairoli si tratta del terzo titolo della carriera, dopo i due conquistati nella classe MX2 nel 2005 e nel 2007. Proprio la pista di Liarop ha consegnato a Cairoli il primo iride della MX2. Un tracciato sabbioso durissimo per il fisico, che anche in questo appuntamento si è segnato pesantemente, diventando quasi impraticabile. Cairoli ha chiuso le due manche in quinta e in quarta posizione e ha mancato il podio finale per un soffio.

Dominatore della gara il belga Ken de Dycker (Suzuki), autore di due splendide affermazioni. Nella prima manche si è imposto su David Philippaerts (Yamaha) e Tanel Leok (Yamaha), mentre nella seconda ha preceduto Joshua Coppins (Yamaha) e Clement Desalle (Honda), che hanno chiuso in quest’ordine il podio finale.

Guarda le foto di Cairoli