Jeremy Van Horebeek si è aggiudicato la vittoria del GP Repubblica ceca a Loket, 14° e quartultimo GP del Mondiale Motocross. Van Horebeek ha superato nel finale di gara 2 Antonio Cairoli. Un sorpasso decisivo: se avesse vinto l’italiano gara 2, avrebbe vinto anche il GP. Invece con un terzo e un secondo posto Cairoli è finito terzo sul podio, alle spalle anche di Strijbos, primo e terzo. Quarto di giornata Gautier Paulin, con due sesti posti, al rientro dal lungo infortunio alla spalla e ad una mano (caduta nel GP di Valkenswaard). Quinto Simpson. In classifica generale provvisoria Cairoli ha perso cinque punti su Van Horebeek, ma è sempre a più 57. Desalle dopo il settimo posto di gara uno ha accusato dolore al polso sinistro e si parla di problemi allo scafoide. Ha saltato gara due e se la lesione è confermata salterà il resto della stagione. Dopo due cadute in gara uno Davide Guarneri ha ottenuto un ottimo settimo posto in gara due, con l’italiana TM. Sfortunato David Philippaerts che in una caduta nel warm-up ha preso una gran botta alla caviglia sinistra e non ha corso: dovrà fare accertamenti al rientro a casa.

MX2 combattuta (senza Herlings)

Con Herlings fuori per infortunio, combattuta come non mai la MX2, che ha visto in gara uno la vittoria di Tixier su Febvre e Guillod, e in gara due il ritorno al successo di Charlier, su Ferrandis e Guillod. Sul podio nell’ordine: il francese Tixier, che resta il favorito alla caccia del trono di Herlings, lo svizzero Guillod, e l’altro francese Charlier. Dieci punti per Monticelli, capace di raccogliere due sedicesimi posti nonostante partisse dall’ultima posizione del cancelletto, a causa del ritiro in qualifica per problemi alla moto.