Ben 15.000 spettatori si sono riversati sul circuito di Jerez nel weekend delle finali mondiali del Lamborghini Super Trofeo, che ha proclamato i campioni della stagione, offrendo uno schieramento di oltre 50 vetture.

Il 9 volte iridato di Motocross Antonio Cairoli ha debuttato nel GT, correndo nella serie asiatica in equipaggio con il 5 volte vincitore della 24 Ore di Le Mans Emanuele Pirro. I due hanno sfiorato il podio in Gara 2, al debutto al volante della Huraca?n Super Trofeo Evo, centrando il quarto posto nella categoria Pro- Am. Sempre nella Pro-Am, hanno avuto poca fortuna invece al debutto iridato nel Lamborghini Super Trofeo. Dopo avere siglato il sesto posto di classe nella gara di sabato, quando il cinque volte vincitore della 24 Ore di Le Mans si e? reso protagonista di un ottimo primo "stint" di guida. In Gara 2 Cairoli e? stato subito costretto al ritiro in seguito al contatto avuto con la vettura del pilota Alexander Au.

DAL RALLY ALLA PISTA - Cairoli, che nel 2018 ha vinto il Rally di Monza e provato una monoposto di Formula 1 del team Red Bull, era alla sua prima esperienza in pista al volante di una vettura GT, ma dopo il weekend spagnolo ha confermato di aver apprezzato le formula di gara e di essere pronto a nuove sfide al volante di una Lamborghini.

I CONSIGLI DI PIRRO - “Quello appena trascorso in Spagna è stato un weekend piuttosto positivo, sicuramente c'è molto da imparare a livello di guida, perché la guida in pista è completamente diversa da quella nei rally, quindi bisognerebbe fare più test mirati ed accumulare ore la volante per capire come cambia il comportamento della macchina al cambiare degli assetti e poter essere competitivi”, ha detto Tony Cairoli.

Ovviamente sono state gare molto difficili visto l'alto livello competitivo dei partecipanti, soprattutto nelle gare del sabato e della domenica. Sono davvero grato a Lamborghini per questa fantastica opportunità e al mio compagno Emanuele Pirro per i consigli che mi ha dispensato durante il fine settimana”, ha aggiunto Cairoli.

IN GARA CON IL SUV - Sabato sera Tony ha tenuto a battesimo sulla pista spagnola la nuova Lamborghini Urus ST-X, il primo SUV da competizione del marchio italiano che è stato presentato durante la World Final di Jerez, in attesa del debutto previsto a Misano Adriatico nel 2020, quando Cairoli farà parte dei piloti che si sfideranno nella prima gara riservata alla nuova nata di Sant’Agata Bolognese.