Brutte notizie per chi faceva conto di vedere Tony Cairoli in azione già nel prossimo round degli Internazionali d’Italia di Motocross, in programma questo weekend a Riola Sardo, in provincia di Oristano: Tony infatti non si è ancora completamente ripreso dopo l’infortunio alla spalla destra patito in Lettonia, che lo aveva costretto a dare forfait anche nei round finali della scorso anno di mondiale.

Cairoli si sta preparando, e dopo i test sulla pista romana di Malagrotta già da un paio di settimane è in Sardegna per intensificare le sessioni in moto su diversi terreni, come ci aveva detto il suo team manager Claudio De Carli alla vigilia della partenza.

Niente fretta

L’obiettivo di Tony era proprio quello di rientrare in gara il più presto possibile, e per questo De Carli ci aveva detto che il nove volte iridato avrebbe preso parte preferibilmente a tutte e tre le gare degli Internazionali d’Italia. A 15 giorni di distanza, però, Tony - d'accordo con De Carli - ha deciso di posticipare il suo rientro in gara di almeno un paio di settimane.

“Manca più di un mese all’inizio del Mondiale”, ha spiegato Claudio De Carli. “Non dobbiamo aver fretta per il ritorno di Tony dietro al cancelletto di partenza. Per l’infortunio alla spalla (durante il GP Kegums, ndr) e il conseguente intervento chirurgico è stato fermo per un lungo periodo ed ha poi iniziato la riabilitazione con grande volontà e ottimi risultati. Anche da quando è risalito in moto ha lavorato bene ma abbiamo valutato che si può crescere ancora un po’ in condizione e il nostro obiettivo è il mondiale.

"Al momento pensiamo possa scendere in pista a Mantova tra due settimane”, conclude De Carli.

Il rientro del portacolori del Red Bull KTM Factory Racing MXGP è atteso dunque alla terza prova degli Internazionali nel weekend del 9 febbraio sulla pista Tazio Nuvolari di Mantova.

Internazionali d'Italia: tutti i grandi protagonisti dell'edizione 2020