È arrivato il momento tanto atteso: il mondiale Motocross prenderà il via questo weekend dal famoso circuito britannico di Matterley Basin, che dal 2012 ospita per la prima volta il round di apertura del campionato in Europa.

La pista di Matterley Basin è diventata un punto fermo nel calendario dell’MXGP, e negli ultimi 30 anni ha ospitato più Gran Premi di qualsiasi altro circuito britannico. Il primo evento del Campionato mondiale di motocross si è tenuto a Matterley Basin nel 2006, con il leggendario Stefan Everts vincitore nella classe MX1, attuale MXGP, mentre nel frattempo David Philippaerts aveva vinto in MX2.

Negli ultimi anni l'MXGP della Gran Bretagna ha ospitato gare epiche, ma anche i weekend del "Festival del Motocross", che hanno visto un enorme schieramento di classi giovanili, femminili e di veterani. Il circuito ha anche ospitato due eventi del Motocross delle Nazioni, l’ultima nel 2017.

Insieme all’MXGP e alla MX2, a Matterley Basin prenderanno il via anche il campionato europeo 125, con ben 85 piloti al via, e il mondiale femminile, dove c’è molta attesa per il rientro della sei volte iridata Kiara Fontanesi.

Il ritorno di Cairoli


Lo scorso anno le gare dell’MXGP in Gran Bretagna hanno offerto un bel confronto tra Antonio Cairoli su KTM, Gautier Paulin su Yamaha e Tim Gajser su Honda. L'incidente di Gajser nella gara di apertura aveva dato al 9 volte iridato mondo un buon vantaggio in termini di punti, permettendogli di conquistare la sua quinta vittoria a Matterley Basin dal 2011. Gajser si era piazzato secondo a due punti, con Paulin sul terzo gradino del podio.

Ci sono stati in totale 5 vincitori in MXGP sul tracciato britannico: Stefan Everts (2006), Antonio Cairoli (2011, 2012, 2014, 2015 e 2019), Clement Desalle (2013), Tim Gajser (2016) e Jeffrey Herlings (2018).

Il campione in carica Tim Gajser cercherà di iniziare di stagione con il piede giusto: reduce da una solida preparazione invernale, lo sloveno è il favorito e la pista gli piace: la sua prima vittoria a Matterley Basin risale al 2012, correva nel campionato EMX125 nel 2012, che vinse in quello stesso anno.

Tony Cairoli punterà al decimo titolo mondiale: il siciliano rientra dopo una sfortunata stagione con un infortunio in Lettonia che lo ha costretto a concludere anzitempo la corsa al mondiale. Ora dovrebbe avere avuto il tempo di riprendersi completamente, quindi possiamo aspettarci di vedere il 9 volte campione del mondo nuovamente competitivo. Con le sue cinque vittorie, Tony Cairoli è il più vincente di tutti nella classe regina a Matterley Basin.

Cairoli non sarà il solo a sfidare Gajser per la vittoria del GP in Gran Bretagna, visto che anche il suo compagno di squadra in KTM, Jeffrey Herlings, farà il suo grande ritorno al mondiale.

Jeffrey "The Bullet" Herlings ha vissuto un paio stagioni difficili per infortuni complicati, ma ora è tornato in forma. Ha vinto 3 volte in Gran Bretagna: prima dell’affermazione in MXGP nel 2918, aveva siglato la vittoria in MX2 nel 2014 e 2016.

Tutti gli altri


Ma oltre a Gajser, Cairoli e Herlings, la classe MXGP è ricca di piloti di talento in grado di sfidare i tre campioni del mondo.

A cominciare da Jeremy Seewer su Yamaha, che ha concluso il campionato MXGP 2019 al secondo posto: lui e i compagni di squadra Gautier Paulin e Arnaud Tonus sono tra i migliori piloti che potrebbero brillare in Gran Bretagna.  
Attenzione anche alla nuova recluta del Team HRC nonché rookie MXGP Mitch Evans, insieme a Arminas Jasikonis e Pauls Jonass di Husqvarna, che hanno impressionato sul finale della scorsa stagione. Jonass ha vinto due volte a Matterley Basin, nel 2013 quando correva nella classe EMX125 e nel 2018 in MX2, anno in cui è stato incoronato campione del mondo.

Anche Clement Desalle e Romain Febvre su Kawasaki cercheranno un buon inizio di stagione: entrambi, tra l’altro, tornano da infortuni. Desalle ha perso metà della scorsa stagione a seguito di un incidente in Russia, ma ha lavorato duramente per tornare in forma e ha già vinto a Matterley Basin nel 2013.

Glenn Coldenhoff e Ivo Monticelli prenderanno il via in sella alle nuovissime GasGas, che debuttano in MXGP. Coldenhoff, vincitore in Gran Bretagna nel 2013 in MX2, è reduce da una delle sue stagioni di maggior successo, dove ha ottenuto 3 vittorie.

I piloti britannici, Shaun Simpson e Adam Sterry, poi, saranno pronti a non sfigurare nel loro GP di casa.

Arriva Prado


Ultimo ma non in ordine di importanza, ci sarà da tenere d’occhio il campione del mondo MX2, Jorge Prado, che vedremo per la prima volta sulla linea di partenza in MXGP, insieme ad altri rookie MXGP, Calvin Vlaanderen e Thomas Covington con Gebben Van Venrooy Racing e Henry Jacobi con SM Action MC Migliori.

VOTA IL SONDAGGIO: Chi vincerà a Matterley Basin?