Il coronavirus fa tremare non solo l'Italia, ma anche il resto del mondo arrivando fino in Argentina. Ecco quindi che la FIM insieme al Ministro della salute argentino hanno deciso che anche la gara del Campionato del mondo di MXGP che avrebbe dovuto svolgersi il 21 e 22 marzo in Patagonia, è stata rimandata.

Un grande punto di domanda


Ancora non c'è una data precisa su quando questa gara verrà recuperata, ma il periodo più plausibile potrebbe essere l'autunno, ovvero dopo le date già fissate che prevedono l'ultimo round a fine settembre. La decisione è stata presa, anche in questo caso, per preservare lo stato di salute di team, piloti e spettatori in questo particolare momento di crisi dovuto al coronavirus.

Dall'organizzazione e da FIM assicurano di lavorare in modo molto stretto per riuscire in qualche modo a recuperare la data e per cercare di far si che il Campionato del mondo di motocross possa continuare a svolgersi nel migliore dei modi.

Come cambierà il calendario?


La gara in Patagonia sarebbe stata la terza in programma del calendario ufficiale 2020, dopo quelle che si sono già svolte in Gran Bretagna e Olanda.

Adesso però la situazione sembra essere davvero critica in quanto dopo l'Argentina, era prevista la gara italiana del Trentino, anche questa rimandata al momento al 18 e 19 luglio.

Per adesso non ci sono novità sul round spagnolo (19 aprile), ma la situazione è in continuo evolversi e non resta che attendere le prossime giornate per capire meglio la situazione.

MXGP Olanda, Cairoli: “Weekend difficile!”