Dall'ospedale di Herentals sono arrivate buone notizie sulle condizioni di Jorge Prado. Il rookie 19enne è stato operato con successo, in seguito alla rottura della clavicola rimediata mentre si stava allenando al crossodromo Honda Park di Olmen.

Una radiografia ha confermato il buon esito dell'intervento correttivo effettuato dal Dott. Tom Claes, che ha inserito una placca per aiutare a ricongiungere e sostenere l'osso fratturato. Rientrato nella sua abitazione, il giovane spagnolo dovrà ora cominciare il percorso riabilitativo, stimato in circa quattro settimane, prima di tornare in sella alla sua KTM 450 SX-F.

Un infortunio che non ci voleva


Una brutta tegola per il due volte Campione MX2, che agli inizi di marzo aveva sfiorato il podio in Olanda, pur non essendosi ancora del tutto ripreso dal brutto incidente dello scorso dicembre, in cui si era fratturato il femore sinistro.

È deludente avere a che fare con un altro infortunio, ma sono davvero contento di come è andata l'operazione e di come appare la clavicola” ha comentato Prado, che ha poi spiegato la dinamica dell'incidente. “Stavo affrontando una curva veloce e c'era un altro pilota davanti a me; ho valutato male la traiettoria. Ho perso l'anteriore e sono stato scaraventato oltre il manubrio. All'inizio non ero certo di essermi rotto qualcosa, ma dopo circa trenta minuti era chiaro che ci fosse qualcosa che non andava. Ad ogni modo, siamo di nuovo sulla via del recupero e spero di poter riprendere ad allenarmi un po' dopo circa una settimana, aspettandone altre tre per tornare in sella. Fortunatamente abbiamo del tempo prima di riprendere a gareggiare”.

Dopo lo stop per Coronavirus, il Mondiale motocross dovrebbe riprendere dal Gran Premio di Russia del 02 agosto. Un appuntamento che il pilota KTM farà di tutto per non mancare.

Il mondiale EnduroGP riparte a settembre