Tony Cairoli può disputare serenamente la restante parte della stagione di MXGP, che finora ha disputato soltanto due round a causa della pandemia di Coronavirus.

A dissipargli qualsiasi dubbio sul prossimo futuro, è arrivato l’accordo con KTM, che conferma il nove volte iridato come pilota ufficiale della Casa Orange anche per il 2021. Sarà la sua diciottesima stagione di mondiale motocross e la dodicesima in sella ad una KTM SX-F ufficiale. 

18 anni di successi


Il trentaquattrenne siciliano e la sua squadra, guidata da Claudio De Carli, sono infatti entrati a far parte di KTM Motorsport nel 2010, e hanno subito consegnato all’azienda il primo titolo nella classe regina con l'innovativa KTM 350 SX-F. Cairoli è rimasto imbattuto fino al 2014, poi nel 2017 ha utilizzato la KTM 450 SX-F di ultima generazione per aggiudicarsi il suo nono alloro individuale. In totale Cairoli ha portato a KTM sei titoli nell'ultimo decennio.

“Sono davvero motivato per un'altra buona stagione nel prossimo anno, quindi sono molto contento del rinnovo del mio contratto”, ha detto Cairoli, che in termini di risultati, popolarità, professionalità, longevità e passione, costituisce il riferimento in MXGP ed è sempre competitivo anche in un momento in cui la categoria può vantare molti piloti di gran talento e velocità.

Petrucci: “Un grande onore girare con il boss Cairoli”

La storia continua


Vedremo cosa ha in serbo il 2020, ma il mio obiettivo è quello di puntare al campionato, e lo sarà anche nel 2021. Sono molto orgoglioso di essere stato così a lungo con questo team ufficiale e voglio ancora scrivere alcune pagine nella storia del motocross di KTM”, ha detto senza mezzi termini Cairoli.

 “Ci dice molto di Tony come pilota, persona e atleta, il fatto che sia ancora così competitivo, anche in una MXGP ai massimi livelli”, ha detto Pit Beirer, Direttore di KTM Motorsports. “Sarebbe potuto entrare in altri team quando ha deciso di voler continuare a correre nel 2021, ma per noi era importante che lui continuasse la sua storia con KTM e questo rinnovo non può che renderci felici.

Non abbiamo dubbi che abbia il desiderio di puntare al decimo titolo, che sia nel 2020 o nel 2021. Siamo tutti molto orgogliosi di avere una squadra con il calibro di Tony, Jeffrey e Jorge. Credo che possiamo di nuovo essere noi la squadra da battere in MXGP con questo forte terzetto, che ha alle spalle l'intero pool tecnico, con Claudio, Davide, Dirk e tutti i tecnici che fanno parte del team Red Bull KTM Factory Racing”, ha concluso Beirer.

Un atteggiamento unico


“Tony ha espresso la sua volontà di correre per almeno un altro anno e questo ovviamente ci rende felici e conferma il suo carattere e il suo atteggiamento davvero unico per lo sport”, ha commentato Claudio De Carli, Team Manager del Red Bull KTM Factory Racing Team, nella foto in apertura con Cairoli. “La sua scelta finale di rimanere con KTM ci dà grandi soddisfazioni perché conferma anche il buon lavoro che abbiamo svolto rispondendo alle sue richieste tecniche e il forte legame che abbiamo stabilito in molti anni.

"La prossima stagione Tony sarà al suo dodicesimo anno con KTM e per quanto riguarda il mio gruppo al diciottesimo anno... credo che questo dica tutto! Siamo davvero orgogliosi di lui e vogliamo ringraziare KTM per aver reso possibile questo prossimo capitolo”, ha concluso De Carli.

Tegola per Dovizioso: infortunio con la moto da cross