Tre Gran Premi in otto giorni sono davvero un bel ruolino di marcia: possibile soltanto se si fa sulla stessa pista. Così gli organizzatori del mondiale di Motocross e la Federazione Motociclistica Internazionale hanno deciso di mettere in calendario il GP di Lettonia, il GP di Riga e il GP di Kegums da una domenica all’altra, con un Gran Premio il mercoledì, tutti sullo stesso circuito: quello sabbioso di Kegums.  

Tutti contro Cairoli


I due precedenti eventi a Kegums sono stati spettacolari e mercoledì scorso Tony Cairoli ha conquistato sulla pista lettone la sua 90esima vittoria sulla Red Bull KTM Factory Racing.

Ora il siciliano nove volte campione del mondo affronterà questo fine settimana con una prospettiva fiduciosa, sapendo che nonostante il suo infortunio al ginocchio che gli dà ancora fastidio è in grado di stare davanti e respingere gli attacchi anche dei giovanissimi.

Il suo collega in Red Bull KTM Factory Racing Jeffrey Herlings è senza dubbio più affamato che mai di tornare sul gradino più alto del podio. Dopo un primo Gran Premio difficile in Lettonia, mercoledì le cose hanno iniziato a migliorare per l'olandese, anche se un errore nella seconda gara MXGP non gli ha permesso di ottenere i risultati sperati.
Attenzione anche a  Jeremy Seewer, pilota della Monster Energy Yamaha Factory MXGP, particolarmente a suo agio in Lettonia, dove ha sgiotato la vittoria in gara2 del GP di Lettonia e in gara2 del GP di Riga.

Avendo vinto la sua prima gara GP in carriera questa settimana, Arminas Jasikonis sarà senza dubbio ancora più desideroso di un podio. Jasikonis ha mostrato una velocità notevole sul circuito di Kegums, avendo fatto registrare il miglior tempo nelle prove cronometrate mercoledì ed è andato molto bene anche in gara1 risalendo dall'ultimo all'ottavo posto. E poi in gara2 è arrivato davanti a campioni del mondo del calibro di Cairoli ed Herlings.

In cerca di riscatto


Tim Gajser, portacolori del Team HRC, ha vinto la gara di apertura dell'MXGP della Lettonia, ma da allora le cose non sono andate troppo bene per il campione del mondo in carica. È stato coinvolto in qualche incidente di troppo, forse perché spinge eccessivamente per cercare la vittoria.

Romain Febvre e Clement Desalle di Monster Energy Kawasaki Racing sono altri due piloti che finora hanno siglato ottimi risultati a Kegums. Febvre ha conquistato il suo primo podio dell'anno lo scorso fine settimana e mercoledì ha concluso in seconda posizione nella gara di apertura della MXGP.

Alla ricerca di un weekend molto migliore sarà il vincitore della MXGP della Lettonia, Glenn Coldenhoff su GasGas, che mercoledì ha disputato una gara sfortunata. Era andato comunque forte nel round precedente, siglando la prima vittoria per GasGas. Nel frattempo il suo compagno di squadra Ivo Monticelli ha disputato due buone gare mercoledì piazzandosi undicesimo e settimo.

La top ten iridata


1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 170 punti

2. Tim Gajser (SLO, HON), 142 p.

3. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 129 p.

4. Arminas Jasikonis (LTU, HUS), 121 p.

5. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 120 p.

6. Glenn Coldenhoff (NED, GAS), 117 p.

7. Clement Desalle (BEL, KAW), 110 p.

8. Gautier Paulin (FRA, YAM), 101 p.

9. Jorge Prado (ESP, KTM), 82 p.

10. Jeremy Van Horebeek (BEL, HON), 73 p.

MotoGP, FP2 Austria: con pista semi-bagnata è Miller il più veloce