Il sesto round del mondiale di Motocross è andato in scena sulla pista di Faenza: il Gran Premio d'Italia, primo dei tre eventi che si svolgeranno sul circuito di Monte Coralli ha offerto due gare spettacolari, concluse con podi fotocopia.

Jeffrey Herlings in MXGP


Sia nella prima che nella seconda manche, infatti, l’olandese Jeffrey Herlings su KTM si è presentato per primo al traguardo, precedendo lo svizzero della Yamaha Jeremy Seewer e la KTM di Tony Cairoli. Alle loro spalle in gara1 si sono piazzati Jorge Prado e Gautier Paulin, con Romain Febvre in sesta posizione, Glenn Coldenhoff settimo, e Tim Gajser soltanto ottavo.

In gara2 Romain Febvre ha siglato la quarta posizione davanti allo sloveno Tim Gajser, con la prima Honda in quinta posizione. Sesto Jorge Prado si è piazzato sesto davanti a Mitchell Evans e Glenn Coldenhoff. Decima posizione per Alessandro Lupino su Yamaha.

La classifica del Gran Premio d'Italia vede quindi Jeffrey Herlings sul primo gradino del podio davanti a Jeremy Seewer e Antonio Cairoli, con Romain Febvre e Jorge Prado a completare la top 5 e Tim Gajer sesto.

Herlings: "Le partenze sono fondamentali"


Jeffrey Herlings rafforza la sua leadership nel mondiale, dove adesso ha 60 lunghezze di vantaggio di Tony Cairoli e 67 su Tim Gajser.

 “Nella prima gara ho quasi fatto l'holeshot, sono andato solo un po' largo ma Prado è stato davvero bravo all'inizio ed è stato difficile sorpassarlo perché sceglieva le traiettorie migliori”, ha detto Jeffrey Herlings. “In entrambe le gare, sono riuscito a sorpassarlo quando mi è sembrato di capire che accusava un po’ di stanchezza e poi sono riuscito aprire un piccolo gap tra me e Jeremy (Seewer, ndr).

"In gara2 Jeremy era abbastanza veloce quindi ho dovuto spingere fino al traguardo. La velocità dei primi dieci è incredibilmente alta, siamo tutti così vicini gli uni agli altri. Ho avuto un ottimo feeling tutto il giorno, ho fatto due buone partenze e due vittorie… Le partenze sono fondamentali e continuerò a lavorarci”, ha concluso Herlings.

Maxime Renaux in MX2


In MX2 in gara1 vittoria del belha Jago Geerts su Yamaha davanti ai francese Maxime Renaux su Yamaha e Mathys Boisrame su Kawasaki, con le KTM di Tom Vialle e Conrad Mewse a completare la top 5. Decima piazza per l’italiano Morgan Lesiardo su KTM.

In gara2 il francese Maxime Renaux su Yamaha si è imposto su Tom Vialle e Jago Geerts, con Mathys Boisram quarto davanti a Roan Van De Moosdijk. Ottava posizione per Mattia Gadagnini su Husqvarna

Il podio del Gran Premio vede svettare Maxime Renaux davanti a Jago Geerts e Tom Vialle, con Mathys Boisrame e Jed Beaton in top5. Top ten per Mattia Guadagnani.

In classifica iridata il vantaggio di Tom Vialle si assottiglia a soli 3 punti su Jago Geerts, mentre Maxime Renaux è a 61 lunghezze di distacco.

SBK, Redding amareggiato: “Non posso fare di più. La moto non mi aiuta”