Il mondiale di Motocross ha concluso la sua tripletta di Gran Premi sul circuito sabbioso di Lommel con la vittoria di Tim Gajser del Team HRC in MXGP, mentre in MX2 è stato il team Monster Energy Yamaha Factory Racing a salire in vetta al podio con Ben Watson.

Assente, invece, il campione in carica di MX2 Jorge Prado, che perde la terza posizione in classifica iridata: lo spagnolo della KTM, infatti, è stato costretto a saltare il Gran Premio di Lommel per aver contratto il Coronavirus.

Per le gare di questo fine settimana sul tracciato di Lommel è stato introdotto un nuovo layout con alcune modifiche ai settori tre e quattro che hanno accelerato il ritmo delle gare e reso le battaglie ancora più interessanti.

MXGP: Gajser fa il bis


In MXGP, Tim Gajser ha ottenuto due vittorie abbastanza diverse nelle gare di questo weekend, perché si tratta della sua prima doppietta della stagione e la sua terza vittoria assoluta. Nel frattempo Romain Febvre del Monster Energy Kawasaki Racing Team (nella foto sopra) ha occupato il secondo gradino del podio, con due solidi secondi posti, davanti a Jeremy Seewer, portacolori di Monster Energy Yamaha Factory Racing, terzo.

Nella gara di apertura, è stato Gajser a rivendicare l’holeshot seguito da vicino da Seewer e da Antonio Cairoli, che non ha perso tempo ed è passato al secondo posto alla fine del primo giro. Febvre ha anche superato Seewer nel primo giro, spingendolo al quarto posto.

Febvre ha poi sorpassato Cairoli portando a 3,906 secondi il distacco tra sé e il leader della corsa. Un giro dopo, il divario è stato dimezzato. Ma alla fine il pilota della HRC ha dimostrato di essere su un altro livello e ha concluso la gara con un distacco di 22.638 secondi su Febvre, con Cairoli terzo. Seewer si è accontentato del quarto posto, mentre il suo compagno di squadra Paulin è arrivato quinto.

Gara2 ha visto Gajser partire in testa ancora una volta, con Tonus, Febvre, Seewer e il pilota SR Honda Motoblouz Jeremy Van Horebeek anche loro autore di un buono start. Cairoli invece ha avuto un inizio sfortunato, costretto a ripartire dall’ultima posizione dopo essere caduto nelle prime curve.

Anche Gajser è caduto nel primo giro, mentre era primo, il che ha permesso a Seewer di andare rapidamente in testa. Lo svizzero ha condotto brevemente la gara ma Febvre ha spinto al massimo per sorpassarlo e alla fine ci è riuscito.

Lo sloveno Tim Gajser, intanto, si è fatto strada nella sabbia con un ritmo impressionante e in pochi giri si è piazzato in seconda posizione davanti a Seewer. All'11° giro il pilota Honda, era di nuovo leader della corsa.

Alla fine Gajser si è aggiudicato una doppietta, con Febvre secondo e Seewer terzo. Anche Tony Cairoli ha siglato una forte rimonta, concludendo in top10. Insieme al terzo posto di gara1, gli vale un piazzamento di giornata in quinta posizione.

Per quanto riguarda il campionato, quando mancano solo gli ultimi tre GP in Italia, Gajser è in testa con 74 punti di vantaggio, mentre Cairoli è ancora secondo con 509 punti e Seewer torna al terzo posto con 499 punti.

MX2 difficile per Vialle


In una giornata in cui il leader del campionato Tom Vialle su KTM non è riuscito a trovare il feeling con il circuito, concludendo solo sesto di giornata, gara1 è stata vinta dall’inglese Ben Watson su Yamaha (nella foto sopra) davanti al francese Maxime Renaux su Yamaha, con Vialle in terza piazza. 

In gara2 sul gradino più alto è salito l’olandese Roan Van De Moosdijk su Kawasaki, davanti allo svedese Isak Gifting su Gasgas e al danese Thomas Kjer Olsen su Husqvarna.

La classifica del Gran Premio premia Ben Watson, quarto in gara2, davanti a Roan Van De Moosdijk, secondo di giornata, con Maxime Renaux terzo.

In classifica iridata, Tom Vialle è sempre leader con un gran margine di vantaggio: ha infatti ben 651 punti contro i 577 del belga Jago Geerts, soltanto nono a Lommel, con Maxime Renaux terzo a quota 476 punti.