Febbraio è il mese del carnevale, dei travestimenti e proprio domani giovedì 11 sarà giovedì grasso. Tony Cairoli si è portato avanti e si è travestito da un personaggio mitologico, Dio del mare, ma anche protettore dei cavalli. Qualcosa che sembra non avere niente a che fare con la sua carriera e il suo mondo del motocross, eppure, in fondo in fondo, il nesso logico c’è e l’ha spiegato lui stesso sui social.

Per ridere


L'aneddoto risale a quando Tony era all'inizio di quella che sarebbe diventata una lunga carriera di successo, ma quando era piccolo la gente mormorava e commentava negativamente l'investimento economico che suo papà faceva per permettergli di allenarsi.

Il pilota di Patti ha così condiviso sui social la sua foto in cui è travestito da Nettuno e la didascalia che l'accompagna recita: "Visto che siamo sotto carnevale.... Questa la dedico a quelli che quando ero piccolo (anche se pochi ma c'erano) a mio papa? dicevano non buttare i soldi per le moto che tanto non diventera? NETTUNO. Tie? ci sono diventato NETTUNO!

Ecco il suo travestimento:

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tony Cairoli (@antoniocairoli)

MXGP. Herlings è pronto per la stagione 2021