Torna a vincere un Gran Premio Tim Gajser; il pilota HRC, dopo il terzo posto della prima frazione e la defezione di Herlings (KTM) nella seconda, ha lottato a lungo con Jorge Prado (KTM), riuscendo ad avere la meglio sul galiziano solo a tre giri dal termine, quando Antonio Cairoli (KTM) è piombato sui due, passando prima il compagno di squadra e in seguito il Campione del mondo in carica, andando a conquistare la 180a manche in carriera. Il siciliano, rimasto a lungo dietro Brian Bogers (GasGas), ha abbassato il ritmo gara sensibilmente negli ultimi minuti di gara, recuperando sette secondi in tre giri, girando su tempi stratosferici. Nulla hanno potuto i tentativi dello spagnolo prima e dello sloveno poi, di arginare l’irruenza di Cairoli che è salito così sul secondo gradino del podio, confermando il suo buon momento, nonostante una prima manche difficile

Buona prestazione di Prado, a lungo primo nella seconda manche

Momenti di paura al via per Seewer


Accanto a Gajser è salito sul terzo gradino del podio Romain Febvre, secondo nelle battute iniziali della gara e a terra dopo un errore nel corso del terzo giro. Il pilota Kawasaki ha recuperato terreno nel corso della manche ma si è dovuto accontentare del quarto posto alle spalle di Prado, precedendo sul traguardo un ritrovato Brian Bogers. Incredibile decimo posto per Jeremy Seewer, autore di una orribile caduta alla seconda curva, quando è caduto a terra ed è stato travolto dai piloti che sopraggiungevano, tra i quali Cairoli, Monticelli (Kawasaki) e Sterry (KTM). Ripartito attardato, come il compagno Coldenhoff, lo svizzero ha rimontato come un se nulla fosse, chiudendo il Gran Premio al sesto posto. Dalle stelle alle stalle Glen Coldenhoff che è rimasto a terra dopo la caduta al via ed ha terminato ventiduesimo la manche di chiusura, dopo la bella prestazione nella prima.

Jeremy Seewer a terra dopo l'incredibile caduta della partenza

La classifica di Gara 2


La classifica assoluta


Gajser allunga in campionato


Quattordicesimo del Gran Premio, Alessandro Lupino, leggermente sottotono rispetto alle precedenti gare, davanti ad Ivo Monticelli (Kawasaki) quindicesimo; nessun punto per Alberto Forato (GasGas). In campionato Gajser allunga leggermente sugli inseguitori, salendo a quota 166, portando il suo vantaggio a 23 lunghezze sul trio Herlings, Cairoli, Febvre, appaiati a 143, quinto Prado con 132 punti. Prossimo appuntamento con la MXGP tra sette giorni sulla pista dura di Loket per il Gran Premio della Repubblica Ceca. 

Seconda vittoria stagionale per Tim Gajser

La classifica del Mondiale